Clean Seas, l’iniziativa ONU per ridurre l’inquinamento marino

di AnnaMaria Commenta

Dall’Economist World Ocean Summit di Bali, l’Unep – il Programma ambientale dell’Onu – ha lanciato #CleanSeas, l’iniziativa il cui obiettivo è eliminare entro il 2022 le principali fonti di inquinamento marino, dalle microplastiche del mondo cosmetico fino all’eccessivo uso di oggetti di plastica usa e getta come buste o bottiglie.

Ogni anno in mare finiscono più di 8 milioni di tonnellatte di rifiuti di plastica: l’equivalente di un camion che ogni minuto riversa rifiuti nell’oceano. Le stime sono state rese note dall’Onu che con Clean Seas dichiara “guerra alla plastica” negli oceani promuovendo una nuova campagna di pulizia e sensibilizzazione globale. Le Nazioni Unite puntano a innescare una trasformazione sostenibile in ogni settore: dalle abitudini delle persone a standard e politiche per ridurre la spazzatura. Alcuni paesi hanno già preso impegni reali, come l’Indonesia che si impegnerà a ridurre del 70% la spazzatura marina entro il 2025, e l’Uruguay che introdurrà entro l’anno una tassa sui sacchetti di plastica.

> INQUINAMENTO MARINO: NEL MEDITERRANEO MENO MERCURIO MA PIù PESCE MALATO

L’iniziativa è rivolta ai governi, industria, consumatori, interpellati dall’nu per agire concretamente e velocemente per ridurre la produzione e l’eccessivo uso di plastica che sta inquinando gli oceani, che danneggia la vita marina e anche la salute dell’uomo perchè le microplastiche ingerite dai pesci entrano nella catena alimentare e possono diventare pericole anche per la salute dell’uomo perchè finiscono pure nei nostri piatti.

> INQUINAMENTO MARINO, IL DEGRADO FA CAMBIARE SESSO AI MOLLUSCHI

Sponsor e testimonial dell’iniziativa sono la compagnia Dell Computer, il cantante Jack Johnson e l’attore Adrian Grenier e alla campagna hanno già aderito dieci Paesi – Belgio, Costa Rica, Francia, Grenada, Indonesia, Norvegia, Panama, Saint Lucia, Sierra Leone e Uruguay.

Photo Credit| Thinsktock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>