Antartide: germogliano fiori e non è una buona notizia

di pask 1.685 views0

Portando un tocco di colore e una promessa di primavera, i fiori sono solitamente uno spettacolo gradito, ma non in Antartide. Il continente gelido ospita solo due specie di piante da fiore: l’erba pelosa antartica e l’erba perla antartica. Poiché è per lo più coperto di ghiaccio e neve, in precedenza non c’era molto spazio per la crescita delle piante: non ci sono alberi o arbusti e le piante che esistono sono limitate alle Isole Orcadi meridionali, alle Isole Shetland meridionali e lungo la penisola antartica occidentale. Siccome le temperature globali continuano ad aumentare e il ghiaccio in Antartide continua a sciogliersi, i ricercatori hanno scoperto che le piante nel continente crescono più rapidamente.

Nicoletta Cannone, dell’Università dell’Insubria, in Italia, e i suoi colleghi hanno misurato la crescita di due piante autoctone dell’Antartide in una serie di siti sull’isola di Signy, nelle Isole Orcadi meridionali, dal 2009 al 2019. Confrontando i risultati con le indagini degli ultimi 50 anni, hanno scoperto che i siti non solo erano diventati più densamente popolati dalle piante, ma che erano anche cresciute più velocemente ogni anno man mano che il clima si faceva più caldo. I risultati sono stati sconcertanti, con la crescita dell’erba pelosa dell’Antartide nel 2009-2019 tanto quanto negli interi 50 anni dal 1960 al 2009.

La perlacea antartica si è mossa ancora più velocemente, crescendo cinque volte di più negli stessi periodi. Peter Convey, del British Antarctic Survey, ha parlato dell’impatto di una crescita accelerata dicendo a New Scientist: “La caratteristica più nuova di tutto questo non è l’idea che qualcosa stia crescendo più velocemente. È che pensiamo che stiamo iniziando a vedere quello che è quasi come un cambiamento di passo o un punto di svolta“. Matthew Davey, della Scottish Association for Marine Science di Oban, nel Regno Unito, ha aggiunto: “L’espansione accelerata è ora chiaramente evidente nella regione. Questa ricerca ci fornisce il primo set di dati completo che mostra quanto velocemente e quanto densa può espandersi la comunità vegetale

I ricercatori hanno riconosciuto che potrebbero esserci diversi fattori che influenzano la crescita delle piante, incluso il calo della popolazione delle foche orsacchiotte, sebbene il collegamento con il cambiamento climatico sia chiaro. L’aumento delle temperature potrebbe anche consentire alle specie invasive di colonizzare il continente e di superare le piante autoctone, il che potrebbe destabilizzare gli ecosistemi locali e la biodiversità. “Se estrapoliamo ciò che abbiamo osservato sull’isola di Signy ad altri siti in Antartide, può verificarsi anche un processo simile. Ciò significa che il paesaggio e la biodiversità antartica potrebbero cambiare rapidamente.” le conclusioni della Cannone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>