Ghiaccio in Antartide ai minimi storici

di AnnaMaria 75 views0

E’ di nuovo allarme tra gli scienziati che anche nel mese di febbraio documentano un ulteriore, progressivo, scioglimento del ghiaccio marino attorno all’Antardite. Dopo gli allarmi diffusi nel mese di dicembre e all’inizio di febbraio, adesso arrivano i risultati dell’ultima ricognizione di glaciologhi e oceanografi australiani e statunitensi che dimostrano che la superficie del ghiaccio è la più bassa mai registrata. Si tratta dell’ultimo dei dati registrati in questa caldissima estate australe che aumenta i timori per la salute del sesto continente che ospita il 90% del ghiaccio sulla Terra.

Secondo le ricerche degli scienziati dell’ente australiano di ricerca Csiro e della US National Oceanic and Atmospheric Administration, il ghiacciaio Totten, che sarebbe il più grande del continente, è esposto ad acque oceaniche più calde rispetto alle previsioni e per questo motivo è probaile che possa perdere stabilità.

> RISCALDAMENTO GLOBALE,I PRIMI 6 MESI DEL 2016 SONO I PIU’ CALDI DELLA STORIA

E sempre secondo la ricerca, l’insieme delle piattaforme di ghiaccio antartiche perde ogni anno fra 63 e 80 miliardi di tonnellate di massa, pari a 10 metri di spessore.

> RISCALDAMENTO GLOBALE, IL 2047 E’ IL PUNTO DI NON RITORNO

Lo scioglimento dei ghiacci ai Poli potrebbe essere un indicatore del riscaldamento globale ma suscita preoccupazione soprattutto per le dirette conseguenze sull’innalzamento del livello dei mari e gli altri impatti climatici. Il dibattito scientifico su questi temi è ancora aperto ma è certo che questa tendenza richiede sforzi urgenti da parte di tutti i paesi per ridurre le emissioni di gas serra da carbone e altri combustibili fossili. Secondo l’oceanografo del Csiro, Steve Rintoul, saranno comunque necessari altri studi per comprendere se qualcuno degli eventi osservati in Antartide sia effettivamente attribuibile al riscaldamento globale.

> ARTICO, GHIACCIO AL MINIMO STORICO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>