La guerra in Ucraina uccide la natura selvatica

di pask 1.383 views0

L’Ucraina ospita 74.000 specie di animali, piante e funghi, che rappresentano un terzo della biodiversità europea, nonostante l’Ucraina copra solo il 6% del continente. Circa 600.000 ettari di foresta ucraina sono stati danneggiati dalla guerra, circa il 32% del totale del paese, ha affermato Strilets. “Molto territorio è stato bruciato, ma non sappiamo esattamente quanto perché più del 30% del territorio è minato“.

La missione di Strilets ai colloqui sulla biodiversità delle Nazioni Unite era quella di aumentare la consapevolezza dei danni causati dal conflitto. “Alla COP15, la cosa più importante è mostrare il quadro reale della biodiversità ucraina: è molto importante comunicare ogni giorno con colleghi e paesi che sostengono l’Ucraina“, ha affermato. Il governo, aiutato dalle squadre di monitoraggio del Programma ambientale delle Nazioni Unite, ha finora documentato più di 2.200 casi di danni ambientali causati dalla Russia, tra cui l’inquinamento del suolo, dell’aria e dell’acqua da parte di attrezzature militari, sostanze chimiche tossiche ed emissioni da incendi. “Dopo la fine dell’occupazione di alcune aree, registreremo altri casi. È una brutta situazione per tutto il mondo, la biodiversità e l’inquinamento non hanno confini altri ricadrà anche sugli altri Paesi“, ha aggiunto.

La guerra della Russia contro l’Ucraina ha già colpito il 20% delle aree protette, secondo il governo. Molti siti faunistici di importanza internazionale sono minacciati dalla distruzione, inclusi 2,9 milioni di ettari della Rete Smeraldo, parte della rete europea di protezione della natura, sono a rischio. Più di 600.000 ettari di zone umide sono minacciate. Questi 16 ecosistemi sono designati come siti Ramsar per l’importanza internazionale della loro biodiversità unica. I russi hanno occupato otto riserve naturali e dieci parchi nazionali.

Il ministero ucraino per la protezione ambientale e le risorse naturali invia un aggiornamento settimanale degli ultimi rapporti. Sta registrando il costo dell’inquinamento, che è stato finora stimato in 37,8 miliardi di euro in totale, di cui 11,9 miliardi di euro per l’inquinamento del suolo. Il governo vuole che la Russia paghi un risarcimento per i danni che ha causato, anche all’ambiente. “I risarcimenti sono una sfida per tutto il nostro governo, non solo per il ministero dell’Ambiente. Stiamo sviluppando nuove metodologie per registrare tutti i casi. Sono sicuro che tutto è possibile, molti paesi ci supportano“, ha detto Strilets asserendo anche che per molti danni fatti alla natura non basteranno i soldi “Gli alberi crescono per decenni, ma li bruciano in un giorno. Non capisco quali soldi possano riparare questi alberi“. Non solo vite umane porta via la guerra, ma anche danni ambientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>