Legambiente analizza 16 laghi italiani, il 51% dei campioni è fuori legge

di matteo carriero 121 views0

 Sembra incredibile ma purtroppo non lo è. I nostri laghi sono sempre più sporchi e inquinati. Legambiente con la sua classica iniziativa Goletta dei Laghi ha analizzato 16 laghi appartenenti a 10 differenti regioni. Su 104 anali il 51% dei campioni analizzati è risultato con carica batterica superiore a quanto stabilito per legge.

La Goletta dei Laghi di Legambiente ha studiato i laghi di Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Lazio, Umbria, Calabria nonché specchi d’acqua in aree protette come i pantani di Lentini e Gelsari a Catania. Come nello stile di Legambiente i dati (non buoni) sono accompagnati da proposte per la salvaguardia dei laghi. Come ha dichiarato il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza

Ci rivolgiamo alle istituzioni competenti perché considerino i bacini lacustri prioritari nella stesura delle nuove politiche di gestione delle risorse idriche e dei territori rivieraschi. Un’azione fondamentale in previsione dello stanziamento dei nuovi fondi strutturali per il periodo 2014-2020, con particolare attenzione alle aree interne, che potrebbero trasformarsi da aree periferiche a laboratori strategici di sviluppo sostenibile.

Abbiamo detto che di tutti i campioni analizzati (per i dettagli lago per lago rimandiamo naturalmente gli interessati al rapporto completo), il 51% sono risultati inquinati oltre la soglia di tolleranza stabilita per legge. Ma che vuol dire, più precisamente? Vuol dire che tali campioni sono da considerarsi “inquinati” o “fortemente inquinati”, ponendo come inquinati quelli con enterococchi intestinali maggiori di 600 ufc/100 ml e/o Escherichia Coli maggiore di 1000 ufc/100 ml, e ponendo come fortemente inquinati quelli con enterococchi intestinali maggiori di 1000 ufc/100 ml e/o Escherichia Coli maggiore di 2000 ufc/100 ml.

Il responsabile scientifico di Legambiente, Giorgio Zampetti, ha spiegato che

I risultati delle analisi svolte dalla Goletta dei laghi di Legambiente mettono in luce anche quest’anno le numerose criticità per quanto concerne l’inquinamento proveniente da scarichi civili non depurati, con la metà dei punti monitorati che presentano una contaminazione batterica al di sopra delle soglie stabilite dalla legge.

Photo credits | Giovanni Cioli su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>