L’eolico del futuro volerà?

di roberto bosio 157 views0

Al primo colpo d’occhio, sembra un incrocio tra un aereo teleguidato e un aquilone che si muove nell’aria e che viene guidato da un telecomando. La sola cosa che distingue il nostro dagli oggetti che abbiamo citato è il fatto che il primo gira all’infinito in tondo.

Non si tratta del balocco di un bambino molto viziato, e non è nemmeno l’ultimo hobby di qualche fanatico della tecnologia. Ok, vado al dunque. Quello di cui sto scrivendo è un progetto americano molto serio che si è posto l’obiettivo di produrre energia grazie a un nuovo tipo di eolico.

Ovviamente siamo ancora alla costruzione dei prototipi, ma ci sono molte speranze legate a questa idea, al punto che ci sono imprese pronte a disputarsi i relativi brevetti – come la Joby Energy e la Makani Power. Sono interessati all’affare pure i capi di Google, visto che hanno investito venti milioni di dollari alla Makani Power.

L’eolico volante utilizza lo stesso principio di quello classico, ovvero il vento fa girare un rotore, e questo produce dell’energia. La grande differenza tra questi due strumenti? Questo nuovo tipo di eolico può andare molto in alto e può captare venti molto più forti.

Il risultato è evidente. Potenzialmente queste nuove pale oliche possono produrre molta più energia. Perché ad un certa altezza i venti hanno anche un’altra caratteristica positiva per la produzione di energia eolica: il vento soffia in modo molto più costante – e non in modo intermittente – e quindi anche la produzione energetica è più regolare.

Il settore dell’energia eolica è ancora fragile, e spesso criticato in ragione di questa incapacità a far fronte ai grossi bisogni in energia delle nostre società. Ma questa invenzione, che dovrebbe essere commercializzata verso il 2015, potrebbe dare una risposta a molti problemi collegati alla produzione di energia eolica. Ovviamente bisogna superare i problemi collegati alla diversa usura che provoca il vento a quote più elevate.

Photo credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>