Jon bon Jovi e il ristorante green e solidale

di Elide 66 views0

Ci sono molte star che hanno optato per uno stile di vita sano ed ecologico. Tra le più note c’è sicuramente Leonardo DiCaprio, che ha investito molti soldi per un appartamento super ecologico a New York, ma non solo. La rockstar Jon Bon Jovi ha avuto un’idea innovativa ed esemplare nel mondo della ristorazione.

Si chiama Soul Kitchen ed è un ristorante solidale ma anche green. La particolarità principale è che ognuno paga come può: chi non può permettersi di pagare con i soldi, non deve rinunciare ad un pasto, ma può ricambiare, magari aiutando a lavare i piatti nel locale.

In un periodo di grande crisi, all’interno di una famiglia i tagli partono dalle cose più superficiali ed i ristoranti rientrano tra queste. Il cantante si è preoccupato di far sì che nessuno debba rinunciare al piacere di mangiare fuori, quindi ha inventato il sistema del “paghi quanto puoi”. Questo non significa che i piatti siano di scarsa qualità, anzi: sono tutti di provenienza biologica.

Il baratto è alla base del successo di questo nuovo locale, che riscuoterà sicuramente molta popolarità e non soltanto perchè appartiene ad uno dei cantanti più famosi al mondo. Chi non può pagare, quindi, può prestare servizio alla comunità cittadina, ma allo stesso tempo può concedersi un pasto assolutamente biologico, proveniente da raccolti sicuri. Niente roba all’americana, tanto per dirla in parole spicciole, Jon Bon Jovi vuole avere una clientela che sappia apprezzare la cultura del cibo sano, tante verdure per tutti i gusti e soprattutto zero ansia di veder arrivare un conto da capogiro. Accomodatevi pure a tavola e mangiate, dopo sarete voi stessi a scegliere in che modo pagare, potrete improvvisarvi camerieri oppure sborsare una cifra facoltativa, l’importante è che nel vostro stomaco non sia finito cibo spazzatura, che negli USA è diventato una problematica vera e propria.

Photo credits | Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>