Regole cani e gatti in condominio, per legge si può

di Redazione 329 views1

Era dagli anni ’40 che la legge condominiale non veniva modificata, con la nuova legge di riforma arrivano importanti novità per i condomini su svariati punti, ma in questo caso ci occupiamo degli animali domestici, che d’ora in poi incontreranno meno ostacoli.

In molti condomìni è addirittura vietato tenere animali domestici, in molti altri si verificano spesso e volentieri situazioni spiacevoli, ma da adesso non si potrà vietare a nessuno di tenere in casa animali, purché siano “domestici”, appunto. Cani e gatti saranno i benvenuti, ma c’è da tenere in considerazione che tra le regole sono stati presi provvedimenti più seri anche per chi disturba e spesso gli animali sono stati oggetto di contestazione a causa di rumori sgradevoli al resto del condominio.

La nuova regola sul possesso di animali si trova all’art. 16 del testo, con un nuovo comma:

Le norme del regolamento non possono porre limiti alle destinazioni d’uso delle unità di proprietà esclusiva né vietare di possedere o detenere animali da compagnia.

Cani, gatti, canarini, criceti e simili d’ora in poi potranno entrare nelle case senza restrizioni, non sussiste nessun divieto per gli amanti degli animali, purché si faccia attenzione, come sempre, a rispettare il prossimo. Una riforma attesa per circa 70 anni, finalmente arrivata, che potrebbe stravolgere una volta per tutte i rapporti condominiali, da sempre noti per essere molto burrascosi.

Tra i principali argomenti spinosi che hanno finalmente trovato una risoluzione, anche il riscaldamento centralizzato e le barriere architettoniche, con sempre più attenzione verso il risparmio, economico ed energetico. Quello del riscaldamento centralizzato, rimane comunque un problema di cui discutere: in molti potranno scegliere di distaccarsene, ma bisogna sempre tener conto che una caldaia unica, funzionante per un intero condominio, è sicuramente più vantaggiosa per tutti a livello economico ed ecologico, nell’ultimo periodo il riscaldamento centralizzato è “tornato di moda” proprio per questi motivi, la nuova riforma consente maggiore libertà ai condòmini, speriamo che ne facciano buon uso!

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>