Bambino che spiega perché non vuole mangiare il polpo: il video commuove il web

di Elide Commenta

luiz antonio

Si chiama Luiz Antonio e in questo momento è diventato una star del web, il bambino brasiliano che spiega alla mamma perché non si mangiano gli animali.

Il video è diventato ormai un fenomeno virale, tutti ne parlano e tutti lo condividono: Luiz Antonio è un bambino brasiliano che, quando si ritrova davanti un piatto con del polpo, inizia a porre delle domande alla mamma sul perché mangiamo gli animali. Luiz Antonio è piccolo ma ha già le idee molto chiare, infatti pensa che gli animali non si debbano mangiare ma l’uomo debba prendersi cura di loro.

Il discorso del bimbo fila liscio e alla fine riesce a convincere la mamma, che non insiste più sul fargli mangiare il polpo che si ritrova nel piatto e si commuove davanti alle sue parole, pronunciate con grande tenerezza e ingenuità, ma al contempo una saggezza che tante volte manca anche agli adulti.

La mamma spiega a Luiz Antonio che gli animali si uccidono per essere mangiati, ma a lui il discorso sembra così assurdo e con estrema semplicità spiega anche le sue motivazioni. Il video è stato sottotitolato in italiano e pubblicato su YouTube, nel giro di poche ore si è diffuso sui social network, scatenando anche accese discussioni.

Se da una parte gli utenti sono rimasti inteneriti dalle parole del bambino, dall’altra c’è chi non si è risparmiato le critiche, tirando in ballo questioni molto più complesse arrivando all’eccesso. Qualcuno sostiene che il bimbo sia stato istruito appositamente per girare il video, altri lo difendono, contenti del fatto che una creatura così piccola sia già in grado di valutare questioni importanti, il dibattito sui vegetariani che va avanti da anni. Se il bambino sia stato istruito oppure no, in realtà non ci interessa molto, le sue parole sono comunque un importante spunto di riflessione su quello che quotidianamente facciamo agli animali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>