400 specie in più sotto la minaccia dell’estinzione

di roberto bosio 15 views0

Sono state aggiunte 400 specie animali e vegetali all’elenco di chi è sotto la minaccia dell’estinzione. L’annuncio è arrivato durante la conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità che si sta svolgendo a Hyderabad, in India.

Come ha sottolineat Jane Smart, direttrice mondiale del gruppo di conservazione della biodiversità dell’Unione internazionale per la conservazione della natura

Non c’è un solo modo di misurare il declino della biodiversità, è complesso, ma la lista rossa è la migliore misura di cui disponiamo.

Questa attualizzazione di questo registro di riferimento che comprende 65.518 specie, di cui quasi un terzo – per la precisione 20.219 – è minacciato d’estinzione. Sono stati aggiunti due invertebrati, una blatta delle Seychelles ed una specie di lumaca d’acqua dolce.

Gli esperti dell’IUCN hanno messo in evidenza la situazione terrificante delle foreste di palma del Madagascar, tra i più ricchi al mondo in termini di biodiversità. L’isola conta 192 specie di palme uniche al mondo di cui più dell’80% sono minacciate d’estinzione mentre certe popolazioni tra le più povere dipendono da essere per i materiali da costruzione e il nutrimento. In particolare la situazione sembra disperata per la Tahina, o “pala suicida”: ne restano solo trenta esemplari di questo albero di grande dimensioni che può raggiungere i 18 metri di altezza.

Una situazione drammatica che condividono con i lemuri del Madagascar, che figurano ormai tra i primati più minacciati del pianeta, a causa della distruzione del loro habitat e del bracconaggio.

Le discussioni che si stanno svolgendo durante la conferenza delle Nazioni Unite vertono sugli impegni finanziari che dovrebbero essere presi per raggiungere i 20 obiettivi per il 2020 adottati a Nagoya nel 2010, come la lotta contro la pesca eccessiva o lo sviluppo delle aree protette sulla terra ed il mare.

Degli esperti hanno valutato che le necessità per preservare le specie a rischio d’estinzione sia tra i 150 ed i 440 miliardi dollari – ovvero tra i 115 ed i 340 miliardi di euro – l’anno. Oggi i finanziamenti pubblici e le offerte dei mecenati sono pari a circa 10 miliardi di dollari l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>