Raccogliere e preparare le castagne

di roberto bosio 91 views0

Siamo entrati nell’autunno. Tempo di castagne – magari ci vorrà ancora qualche giorno. Per conservare i frutti raccolti, bisogna uccidere le larve che le rendono cattive. Come si fa? Immergendole per otto giorni in acqua che deve essere cambiata quotidianamente.

Alla fine potrete tenere tutte le castagne che non sono diventate nere e che retano sul fondo – perché ovviamente avranno dentro i vermi. Le altre potranno essere seccate. Le castagne possono essere conservate nel congelatore, ma solamente per periodi di tempo limitati – come i frutti freschi sono fragili.

Soprattutto bisogna fare attenzione a proteggerle dall’umidità. Un’ultima astuzia potrebbe essere quella di inciderle prima di metterle nel congelatore: in questo modo risparmierete tempo al momento della cottura. Prima di mangiarle dovrete anche ricordarvi di aspettare una decina di minuti dopo la cottura prima di metterle nel piatto.

Tra le varie ricette a base di castagne che ho visto in rete, la più interessante mi è sembrata questa minestra di funghi e castagne che ho trovato in questo blog.

Ci vogliono una quarantina di minuti, ed è un piatto facile. Gli ingredienti per quattro persone sono i seguenti: 250 grammi di porcini, 100 grammi di castagne, 1 cipolla, 40 grammi di burro,
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 20 grammi di farina bianca,
1 litro di brodo vegetale, 1 cucchiaio di foglioline di timo, 100 grammi di pasta fresca all’uovo già stesa, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, e un po’ di sale e pepe.

Bisogna soffriggere una cipolla con del burro per cinque minuti. In seguito pulite i funghi, tagliateli a pezzi e unite il tutto al soffritto. Spolverate il tutto con la farina, e quando tutto è amalgamato aggiungete del brodo bollente.

Aggiungete infine castagne e timo e cuocete a il tutto per 20 minuti – attenzione alla fiamma che deve essere bassa. Cuocete la pasta e quando è pronta aggiungetela ai funghi, insieme a prezzemolo, sale e pepe. Il piatto è pronto per essere messo in tavola.

LINK UTILI
Bagna cauda vegana
Su iPhone arriva l’applicazioni per i crudisti vegani
Ristoranti biologici: Biosapori Regionali a Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>