Ilva Taranto: giudice boccia piano dell’azienda

di roberto bosio 41 views1

Stiamo vivendo ore decisive per l’Ilva di Taranto. E come ci si aspettava, il gip di Taranto Patrizia Todisco ha detto no al piano formulato dall’Ilva per risanare l’impianto. E a questo no ha anche aggiunto il diniego anche al mantenimento di un minimo di produzione – come richiedeva l’azienda -, così come ha respinto le richieste di rimessione in libertà di Emilio e Nicola Riva, ex presidenti dell’Ilva, e di Luigi Capogrosso, direttore fino allo scorso mese di giugno dello stabilimento siderurgico tarantino (i tre dirigenti sono agli arresti domiciliari dal 26 luglio scorso).

Questo sembra essere il risultato scontato di una vicenda che spesso è sembra quasi tragicomica. Il piano di investimenti da 400 milioni presentato da Bruno Ferrante non era piaciuto nemmeno ai sindacati. Gli investimenti previsti sono sembrati quasi subito insufficienti rispetto alle dettagliate misure che i custodi giudiziari avevano indicato per risanare l’area.

Già ieri quattordici operai hanno passato la notte sull’altoforno cinque a 60 metri di altezza. Oggi altri nove lavoratori sono saliti sul camino E312. Si sono incatenati ed hanno esposto tre striscioni di protesta con le scritte “la nostra salute è la vostra salute”, “Noi strumentalizzati da salute e lavoro, voi da chi?” e “Noi per ambiente salute e lavoro”. Altri seicento operai stanno presiedendo l’ingresso della direzione dell’Ilva.

Sull’argomento è intervenuto anche il ministro dell’Ambiente Clini:

Il ministro dell’Ambiente è l’autorità competente, in base alla legge italiana in applicazione della direttiva europea, per l’autorizzazione integrata ambientale, che rappresenta il documento di autorizzazione all’esercizio degli impianti industriali nel rispetto delle norme per la tutela dell’ambiente e della salute. Stiamo completando l’istruttoria per rilasciare l’autorizzazione e la termineremo in questi giorni.

LINK UTILI
Angelo Bonelli: “Il ministro nasconde i dati sui morti Ilva”
Ilva di Taranto: per il tribunale del riesame non è necessario fermare gli impianti
Ilva di Taranto: nuova puntata della telenovela
Il tribunale del Riesame sul sequestro dell’Ilva
Ilva: le ragioni del sequestro

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>