Io non rischio, campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del rischio sismico

di Diletta Funaro 60 views0

Il 14 e il 15 giugno ha avuto luogo la quarta edizione di Io non rischio, una campagna di sensibilizzazione del rischio sismico.

Grazie ad una fitta rete di punti informativi posizionati in oltre duecento piazze italiane, questo evento ha coinvolto circa 3500 volontari appartenenti a 21 organizzazioni nazionali, gruppi comunali e locali di protezione civile.

L’evento, che si svolge dal 2011, è nato grazie al contributo del Dipartimento della Protezione Civile (Dpc), in collaborazione con l’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), l’Associazione nazionale pubbliche assistenze (Anpas) e la Rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica (Reluis).

Romano Camassi, ricercatore dell’Ingv di Bologna ha sottolineato:

Non è una campagna informativa istituzionale, saranno direttamente i volontari, appositamente formati, a interagire con i propri concittadini, a fornire semplici informazioni sul rischio terremoto e su quanto è possibile fare, fin da subito, per ridurre il rischio.

Dopo l’organizzazione della settimana della scienza 2014, in cui si è potuto studiare sismologia con il Centro Scienza di Torino, anche in questo caso l’intento è stato quello di fornire ai cittadini tutte le informazioni necessarie per far fronte ad un evento traumatico quale può essere un terremoto.

In alcuni comuni della Campania, Calabria e Sicilia si è deciso di trattare anche il tema dei maremoti, come già si era iniziato a fare in occasione dell’esercitazione europea dell’Ottobre 2013 TWIST (Tidal Wave In Southern Thyrrenian Sea).

Sul portale di Io non rischio è possibile visionare e scaricare il materiale informativo necessario per  tutta la famiglia sui comportamenti da adottare durante il terremoto, ma anche subito dopo. Sempre dal portale si apprende che l’iniziativa è basata su una filosofia molto semplice:

Il sistema più efficace per difendersi da un rischio è conoscerlo. Questo tipo di conoscenza, per essere realmente utile, di solito comporta un livello di approfondimento che difficilmente può essere comunicato con un semplice spot radiofonico o televisivo.

Da queste basi è nata l’idea della campagna Io non rischio che ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>