Oscar 2013, la moda sostenibile sul tappeto rosso con Helen Hunt

di matteo carriero 70 views0

Oscar 2013, anche la moda sostenibile sfila sul tappeto rosso: Helen Hunt veste la Conscious collection di H&M. Un modello personalizzato nato dalla collaborazione tra la casa svedese e l’associazione Global Green di cui Helen Hunt è ambasciatrice.

La notte degli Oscar 2013 si è da poco conclusa con la vittoria di Argo come miglior film, la vittoria di Daniel Day-Lewis e l’assegnazione di tutte le altre, ambite statuette. Ma sul tappeto rosso degli Oscar ha sfilato anche la moda sostenibile: a portarla sotto i riflettori è stata Helen Hunt, che ha scelto di vestire un abito blu personalizzato della Conscious collection dell’azienda svedese H&M. Un bell’abito che si vocifera sia costato 80 dollari, un bell’abito che vuole sottolineare come la moda può e dovrebbe diventare sostenibile. Il settore è rimasto, si potrebbe dire, piuttosto indietro rispetto alle tematiche dell’ecosostenibilità, ma ultimamente si stanno moltiplicando i segnali positivi, con un numero sempre maggiore di case produttrici che scelgono di proporre almeno qualche capo sostenibile o che scelgono di impegnarsi per ridurre le emissioni della propria filiera produttiva.

H&M è una delle aziende che della sostenibilità dei propri abiti fa un punto d’orgoglio ma anche un punto di forza: perché cambiare (in meglio) può anche essere utile alle aziende. La bella e brava Helen Hunt (come altre eco celebrità) ha deciso di prestarsi a un’iniziativa a favore dell’ambiente. L’abito personalizzato della Hunt è nato dalla collaborazione dell’associazione ecologista Global Green di cui l’attrice (premio oscar nel 1998 come migliore attrice protagonista per Qualcosa è cambiato di James L. Brooks) è ambasciatrice. Non possiamo che riportare con grande piacere una foto che ritrae Helen Hunt in questa sua apparizione che porta sotto i riflettori dell’evento clou l’abito creato da H&M e Global Green, tra l’altro responsabile anche della campagna Long Live Fashion per la raccolta degli abiti usati.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>