Trenitalia: dal 25 luglio anche i cani sul Frecciarossa

di Redazione 117 views0

In Italia si fanno tante campagne contro l’abbandono dei cani in autostrada, ma molte meno per far sì che ci siano le strutture adatte per portarli in vacanza. Lo scorso dicembre anche Trenitalia aveva deciso di aumentare le difficoltà, riducendo il numero di convogli in cui era possibile trasportare cani di taglia grande.

Solamente i cani di taglia piccola, infatti, fino ad ora, avevano la possibilità di viaggiare, semplicemente perché rinchiusi dentro il trasportino, ma dal 25 luglio le cose cambieranno. Merito, diciamolo, della concorrenza spietata di Italo, che continua a mietere successo grazie alle “coccole” che offre alla sua clientela.

Trenitalia, così, non avrebbe potuto mantenere una lacuna così grande ed importante. A suon di sfide tra RFI e la NTV di Montezemolo, potremmo addirittura ritrovarci a viaggiare sui treni normali! Trenitalia, però, ha voluto battere Montezemolo sul tempo, quest’ultimo avrebbe annunciato l’ingresso dei cani di taglia grande sui treni a partire da settembre, invece la FS parte nel bel mezzo del periodo estivo, dal 25 luglio, battendo sul tempo la concorrenza, soprattutto nel periodo in cui la gente si sposta di più per le vacanze. L’iniziativa nasce da un accordo tra Trenitalia e la Federazione delle associazioni animaliste, guidata da Michela Vittoria Brambilla, infatti sono stati i suoi cani i primi a salire sul treno, Calvin ed Alice, due Golden Retriever.

I cani potranno viaggiare su Frecciarossa, Frecciabianca, Frecciargento, Eurostar, in prima e in seconda classe, business o standard ma non in Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Il biglietto costerà il 50% del costo previsto per il treno che si sceglie, i cani guida dei non vedenti salgono a bordo gratuitamente. E’ necessario portare con sè guinzaglio, museruola, il certificato d’iscrizione all’anagrafe canina ed il libretto sanitario.

Queste le affermazioni di una soddisfatta Michela Brambilla, che da anni si batte per i diritti degli animali:

Lo considero un regalo a tutti gli italiani che amano gli animali. Si tratta di una grande vittoria, di una svolta epocale, potersi muovere con i nostri piccoli amici grazie a FS. Il cane è l’amico più caro per tante persone. Naturalmente ci preoccuperemo di prendere tutte le precauzioni per far viaggiare tutti in tranquillità, per la salvaguardia dell’animale e degli uomini. Infatti sono previsti  posti riservati e una pulizia in modo dedicato.

Il comunicato da parte della concorrenza è arrivato poche ore la diffusione della notizia, un commento pieno di ironia, direttamente dall’ANSA:

Da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’ improvviso star delle Ferrovie”. Cosi’ il concorrente Ntv commenta l’ accordo annunciato oggi tra Trenitalia e la Federazione delle associazioni animaliste per far viaggiare i cani sull’ Alta velocita’, facendo notare cheproprio il concorrente privato aveva in serbo un evento simile sui cani a bordo.” Insolito destino quello dei cani taglia ‘ XXL’ – si legge inuna nota intitolata ‘ Viva la concorrenza’ pubblicata sul sito di Ntv -. Fino a ieri ospiti indesiderati sui treni: danno fastidio, abbaiano, sono irrequieti, portano le pulci, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. E’ bastato poco poco che Ntv studiasse una soluzione moderna, incontrasse le piu’ rappresentative eserie realta’ animalistiche italiane, organizzasse il grandebutto per ospitarli finalmente a bordo, che ‘ zac’, daindesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovatiall’ improvviso le star delle Ferrovie: passerella d’ onore sulFrecciarossa e riflettori puntati. Chapeau! L’ esilio é finito. Evviva gli amici piu’ fidati dell’ uomo. E tre volte viva laconcorrenza”.

Photo Credits | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>