Viaggi in treno più complicati per chi ha un cane dall’11 dicembre

di Redazione 48 views0

Vuoi viaggiare in treno? Nessun problema, a meno che tu sia proprietario di un cane di taglia grande. Dall’11 dicembre infatti, Trenitalia ha ridotto il numero dei convogli in cui sarà possibile trasportare cani di grossa taglia, e più in generale animali che non possono entrare nei cosidetti trasportini.

In pratica questo significa che i proprietari di questi animali se vogliono viaggiare con il loro amico dovranno scegliere treni Espresso o Regionali al posto di Intercity – con il conseguente raddoppio dei tempi di percorrenza.

Per Carla Rocchi – la presidentessa dell’ENPA – il taglio dei treni è inaccettabile, una cosa indegna per un paese civile:

L’ad delle FS, Mauro Moretti, si era impegnato con noi e con il precedente governo a garantire la possibilità di viaggiare con animali domestici. Non mantiene la parola. Quello che accadrà tra qualche giorno sarà la violazione di un diritto fondamentale, la libertà di circolare.

D’altra parte le Ferrovie dello Stato hanno risposto che la riduzione dei convogli è determinata da una diminuzione delle risorse pubbliche statali.