Illuminare Roma con l’energia solare: un progetto con pannelli su pensiline

di Blogger 52 views0

Fare di Roma “una città solare entro i prossimi due anni“. L’obiettivo di Acea di garantire l’illuminazione pubblica della capitale con l’energia prodotta negli impianti fotovoltaici parte dal nuovo parco fotovoltaico su pensiline inaugurato nelle aree del parcheggio pubblico del centro commerciale ‘Commercity’, sulla via Portuense, nel XV municipio.

Il progetto
Con un costo di 16 milioni di euro il progetto, inaugurato dal sindaco di Roma Gianni Alemanno insieme all’amministratore delegato di Acea Marco Staderini e al presidente Giancarlo Cremonesi, ha portato alla realizzazione del più grande parco fotovoltaico costruito su territorio urbano.
I moduli fotovoltaici, capaci di produrre energia in misura corrispondente al fabbisogno necessario per l’illuminazione pubblica del territorio del XV municipio, sono stati posizionati sopra strutture in acciaio che fungono anche da ombra per le auto parcheggiate nel parco.
Nei prossimi sei mesi -ha annunciato il presidente Cremonesi- il parco auto Acea sarà rinnovato completamente, con una dotazione di auto esclusivamente elettriche“.

Roma città ecologica
Secondo il presidente di Acea “serve dare a Roma una forte dimensione ecologica per fare in modo che la città possa competere come aggiudicataria delle Olimpiadi del 2020, dimostrando che sappiamo anche risparmiare energia e affidarci alle energie rinnovabili“.

Un progetto fattibile
Per illuminare tutta la città di Roma con il fotovoltaico dovremo attivare altri 100 megawatt. Noi siamo pronti” ha sottolineato l’amministratore delegato di Acea Marco Staderini aggiungendo poi che “in Italia abbiamo 75 impianti attivi di fotovoltaico, 6 in fase di connessione e uno in fase di sviluppo. Per 36 megawatt installati e 4 megawatt in corso di installazione. A Roma garantiamo il 36% di energia rinnovabile“.

Il risparmio
La produzione di energia elettrica da fonte solare dell’impianto è stimata in 5,73 Gwh l’anno e consente di evitare un’emissione di anidride carbonica in atmosfera pari a 3.130 tonnellate annue, con un conseguente risparmio di 1.072 tonnellate equivalenti di petrolio all’anno.
L’impianto fotovoltaico di Acea, con una potenza complessiva di 4.980 kilowatt di picco, consta di un totale di 17.475 moduli distribuiti in cinque sezioni. Le pensiline del parcheggio del centro commerciale consentono la copertura di 2.910 posti auto. A servizio del Parco fotovoltaico e della sottostante area a parcheggio verranno realizzati inoltre un impianto di illuminazione a led e avanzati sistemi di allarme e videosorveglianza.
Con l’avvio di questo grande impianto fotovoltaico – ha sottolineato il vicepresidente di Commercity e delegata per i rapporti istituzionali Maria D’Amico – Commercity diventa la prima area commerciale d’Italia a vantare ben il 100% di bilancio energetico rinnovabile“.

Tutte le coperture per produrre energia
All’inaugurazione hanno partecipato anche l’assessore capitolino all’Ambiente Marco Visconti, l’assessore all’Urbanistica Marco Corsini, il delegato del sindaco di Roma per l’Energia Livio De Santoli, il presidente del XV Municipio Gianni Paris, oltre a numerosi dirigenti Acea.
Presentando il nuovo parco dell’Acea, il più grande a Roma, Alemanno ha spiegato che “qui non si consuma terreno agricolo per fare una centrale solare separata ma si utilizza la copertura di parcheggi. Questo produce un doppio vantaggio: si produce energia elettrica e non si consuma territorio. Questo è il futuro del fotovoltaico. Attraverso le opere di Acea e di altre realtà che producono energia dovremo fare in modo di usare tutte le coperture industriali e civili di Roma“.
“Stiamo aspettando – ha continuato il sindaco della Capitale – un nuovo decreto del governo che definisca gli incentivi legati al fotovoltaico. Abbiamo già pronto un bando, che lanceremo successivamente al decreto, con il quale tutte le scuole e gli edifici pubblici potranno essere coperti con il fotovoltaico per produrre energia e coprire costi di produzione”.
Il sindaco ha inoltre aggiunto che “sono in programma coperture anche nei cimiteri del Laurentino e di Prima Porta per poi andare verso un’incrementazione del fotovoltaico nell’illuminazione pubblica a Roma”. Secondo Alemanno con il decreto del governo “potremo fare un grande salto di livello in una finestra temporale relativamente ridotta in cui collocare questi progetti”.
“Dal 2008 a oggi abbiamo quintuplicato l’energia prodotta dal fotovoltaico a Roma, passando da 9 megawatt a 49. Il nostro obiettivo è arrivare a 100 megawatt entro il 2012”.
“Oggi abbiamo dato un significativo contributo al raggiungimento degli obiettivi comunitari fissati dal pacchetto ‘clima energia 20-20-20′”. E’ il commento dell’assessore all’urbanistica di Roma Capitale Marco Corsini che, questa mattina, ha preso parte all’inaugurazione dell’impianto fotovoltaico dei parcheggi di Commercity.
“Grazie alla realizzazione di questo tipo di strutture, Roma sarà più efficiente dal punto di vista energetico e, quindi, più vicina a soddisfare i parametri della sostenibilità – afferma Corsini – L’utilizzo delle fonti rinnovabili è ormai imprescindibile e come amministratori abbiamo il dovere di supportare con le nostre scelte il loro crescente impiego”.
“Il parco fotovoltaico inaugurato oggi è l’esempio di come la realtà di uno spazio pubblico, come un parcheggio, possa coniugarsi con la sostenibilità energetica e ambientale – conclude – L’urbanistica, in quanto governatrice dei processi di trasformazione del territorio, è quella che può e deve maggiormente concorrere allo sviluppo ecosostenibile della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>