Sistri: la Prestigiacomo chiede la rimozione del segreto di stato

di Blogger 110 views0

Sul Sistri, il nuovo sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti, il ministro dell’Ambiente ha chiesto alla presidenza del Consiglio “di rimuovere il segreto di stato per rendere trasparente tutto il processo“. Lo ha annunciato Stefania Prestigiacomo intervenendo al question time alla Camera, rispondendo al parlamentare piacentino Tommaso Foti.

L’interrogazione di Foti
Il tema dell’interrogazione di Foti (insieme con il collega Baldelli) era legato alla “gestione dei rifiuti che ha assunto una rilevanza sempre maggiore, che riguarda non solo la tutela dell’ambiente, ma anche la difesa della legalità” e per il quale Foti ha chiesto chiarimenti al ministero.

I rifiuti pericolosi ed il rischio di infiltrazioni mafiose
«I rifiuti pericolosi sono spesso oggetto di lucrosi traffici da parte delle organizzazioni criminali, che causano gravi danni al territorio e possono mettere in pericolo la salute pubblica – ha scritto Foti – è imminente l’avvio del Sistri, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, nato nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare; sono diverse le critiche che vengono rivolte a questo nuovo sistema, come, ad esempio, le modalità con cui è stato creato, i costi per le imprese, i tempi messi a disposizione per il passaggio dal vecchio sistema cartaceo al nuovo progetto informatico, l’averlo sottoposto a segreto di Stato“.
Foti si è dichiarato pienamente soddisfatto della risposta del ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>