Quanto costano davvero le energie rinnovabili?

di Redazione 504 views0

Quanto costano davvero le energie rinnovabili? Sono realmente più convenienti, sotto il profilo economico, dalle energie da combustibili fossili?

Per poter cercare di fornire un riscontro puntuale a tale domanda ci si può riferire a un indicatore, il costo energetico livellato (LCOE), che altro non è che un metro di misura che ci permette di confrontare il costo medio dell’energia prodotta da diversi tipi di impianto, tenendo in considerazione alcuni fattori fondamentali come la vita media e le fonti energetiche sfruttate. Insomma, l’indicatore LCOE è un indicatore piuttosto completo, considerato che finisce con il comprendere i costi di costruzione e quelli di manutenzione dell’impianto, così come il costo operativo, del combustibile e il ritorno dell’investimento.

Leggi di più su Aicom.it

Ebbene, oggi l’elettricità prodotta dal fotovoltaico su scala industriale, ovvero l’energia prodotta da impianti fotovoltaici con potenza maggiore di un Mwh, è pari a 40 dollari. Simile è il prezzo dell’elettricità da energia eolica, pari a 41 dollari per MWh, mentre è sicuramente più caro produrre elettricità dal gas, con un costo di 56 dollari per MWh.

L’aspetto interessante è tuttavia il confronto con il carbone, che negli ultimi dieci anni ha mantenuto un costo comparabile e costante, pari a 110 dollari per MWh, mentre costa ancora di più il nucleare, che è l’unica fonte energetica che negli ultimi dieci anni ha visto il suo cost aumentare, da 123 a 155 dollari per MWh: a pesare è in questo caso il costo legato alla sicurezza, oltre che alla diminuzione delle centrali nucleari, che ha ridotto la capacità delle catene di fornitura di competere sul mercato mondiale.

Insomma, dati alla mano, oggi giorno produrre energia da una centrale a carbone costa molto di più rispetto alla produzione di energia da un impianto ad energia solare o eolica.

È altresì lecito immaginare che nei prossimi anni l’efficienza degli impianti ad energia rinnovabile possa ulteriormente migliorare, abbassando ancora il prezzo per MWh e, dunque, rendendo sempre più conveniente optare per le fonti energetiche green.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>