50° Anniversario per la Giornata della Terra

di pask 2.671 views0

Il tema della 50° edizione di quest’anno, è il contrasto ai cambiamenti climatici. Ognuno di noi, anche con piccoli gesti quotidiani, può fare la differenza e contribuire alla salvaguardia del pianeta.

Il presidente della FAI – Fondo Ambiente Italiano, Maurizio Rivolta, spiega in questo video quello che dovrebbe essere la sostenibilità e la difesa degli ambienti.

#ItaliaMiManchi – Nella #GiornataMondialedellaTerra il nostro Vicepresidente Maurizio RIvolta descrive l'impegno del FAI per la sostenibilità nei suoi Beni. Guarda il video.

Publiée par FAI – Fondo Ambiente Italiano sur Mercredi 22 avril 2020

Rivolta fa subito presente che in questi giorni ci ritroviamo a vivere uno dei cambiamenti strutturali per il nostro pianeta più importanti della storia, un mondo che aveva superato oltremodo i limiti della sostenibilità e che si ritroverà a doverci avere a che fare prima o poi cambiando i paradigmi vissuti fino ad ora. Il FAI già da tempo svolge un lavoro sull’ambiente importante per l’ecosostenibilità ed il rispetto che la Terra dovrebbe avere, c’è bisogno di conoscenza e rispetto per una nuova visione del futuro.

Poi illustra alcuni dei cambiamenti più comuni che tutti potrebbero iniziare ad apporre: il riscaldamento della stessa sede FAI di Milano in cui hanno cambiato la classica caldaia con una a condensazione con una pompa apposita per riscaldare gli uffici. Villa Fogazza che impiega le acque del lago su cui è situata per il riscaldamento. L’utilizzo di acque di prima falda o di acqua piovana è altamente indispensabile, come anche nelle Ville di Necchi e Panza dove hanno riattivato un sistema virtuoso antico del 700.

Anche la sostituzione di una semplice lampadina, oggetto presente bene o male nelle case di tutti, potrebbe portare ad un “piccolo” ma grande cambiamento. Infatti il FAI dal 2013 ad oggi si è impegnato a cambiare tutti i sistemi di illuminazione con lampadine incandescenti, con quelli a led, in tutti i beni protetti.

Infine fa presente il loro impegno nella tutela della natura su alcuni siti (che ovviamente non sono gli unici) patrimoni del FAI. Visitarli potrebbe farci riacquisire quel rapporto con la natura che sembra scomparso a causa della totale immersione che la vita capitalista ci ha indotto. Nulla togliere all’economia che comunque è una parte importante delle nostre vite, ma la natura ci ha altamente dimostrato che anche in poco più di due mesi è in grado di riprendersi. Probabilmente questo è l’ultimo segnale che ci sta inviando, saremo in grado di coglierlo?

Anche Google ha voluto ricordare questa giornata con un gioco interattivo sulle api e l’importanza che esse hanno sul nostro ambiente e sulla nostra vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>