Expo2015, cervello femminile in salute grazie all’alimentazione

di Maris Matteucci 263 views0

Il rapporto tra alimentazione e salute del cervello femminile sarà al centro di un convegno organizzato per il 15 settembre a Expo2015 e che si intitolerà Donne, cibo e cervello: la mente a tavola. Una occasione importante per capire in che modo il cervello, organo così delicato e importante per la salute, potrà essere nutrito grazie al consumo di alcuni cibi decisamente più indicati di altri, proprio per le loro proprietà intrinseche.

Alla vigilia del convegno che troverà spazio a Expo2015, il Presidente della Società italiana di Scienza dell’Alimentazione, Pietro Migliaccio ha affermato l’importanza di una alimentazione specifica per preservare la salute del cervello della donna:

Ogni età ha le sue caratteristiche e i suoi consigli per restare in salute. Per preservare le facoltà mentali della donna sono fondamentali i carboidrati semplici e gli zuccheri semplici. Tra questi: pane, pasta, zucchero, miele, marmellata, carne bianca, pesce azzurro perché ricco di Omega 3, olio extravergine d’oliva, frutta (fresca e secca) e il latte. Quest’ultimo alimento è ricco di triptofano, concilia il sonno e dà serenità.

E allora, nella dieta perfetta per un cervello in salute, le donne dovranno consumare con una certa regolarità tutti gli alimenti sopra indicati. Tutti alimenti che, grazie alle loro proprietà, nutrono a fondo il cervello rendendolo più dinamico e brillante, nonostante il passare del tempo che inevitabilmente influisce sullo stato di salute di questo organo così delicato. Ancora una volta dunque, l’esposizione universale di Milano punta i riflettori sulla importanza dell’alimentazione come risorsa fondamentale per mantenersi in salute.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>