USA, vietate per la prima volta le bottigliette di plastica

di matteo carriero 77 views1

 Negli USA, nello stato del Massachussets, esiste una città di nome Concord, dove la vendita di bottigliette di plastica è stata vietata. Sì al rubinetto e no alla plastica: una presa di posizione che ha generato l’entusiasmo degli ambientalisti e il fastidio di diverse aziende.

A Concord, negli USA, per la prima volta le bottigliette di plastica diventano vietate per legge. Multa di 25 dollari a chiunque continui a venderle, che diventerà di 50 dalla terza volta in cui l’interessato viene sorpreso a infrangere la legge. Una notizia del genere non poteva che suscitare entusiasmo tra gli ambientalisti, dato che come è ben noto la plastica viene realizzata con il petrolio e se non viene riciclata diviene a maggior ragione un problema per l’ambiente. E gli Stati Uniti non brillano nel settore del riciclo della plastica, si pensi che su circa 50 miliardi di bottigliette utilizzate in un anno (dati relativi al 2007) solo il 23% è stato riciclato.

Dopo tre anni di battaglie a Concord gli ecologisti hanno quindi segnato una piccola ma storica vittoria: il bando delle bottigliette di plastica al fine di ridurre i rifiuti e il consumo di combustibile fossile necessario a produrle. Gran merito di questo risultato va all’instancabile Jean Hill, ottantenne impegnata in prima linea in questa battaglia, che di recente dichiarato:

quello che sto cercando di fare è ostacolare l’acquisto di bottiglie d’acqua monodose, perché, al fine di aiutare le persone a cambiare, è necessario mettere in atto politiche che le costringano a non comprare acqua in bottiglia e considerare le molte altre alternative. Spero che altre città prenderanno in considerazione di imitarci.

Inutile dire che se da un lato gli ecologisti sono contenti, dall’altro le aziende produttrici lo sono assai meno, e c’è già chi ipotizza la commercializzazione di bottiglie di maggiori dimensioni, dato che la legge per il momento si ferma a quelle di un litro. Tuttavia, chissà che le aziende non incontrino nuove leggi a ostacolarle.

Photo Credits | neonove su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>