Gli USA dopo il passaggio dell’uragano Sandy: foto

di Redazione 53 views0

Il numero dei morti dopo il passaggio dell’Uragano Sandy è salito a 64, la situazione generale rimane ancora catastrofica. Sono moltissime le persone al buio, la metro è ancora bloccata, quindi spostarsi risulta difficile. Molta gente è rinchiusa in casa a causa degli allagamenti, il disastro è stato più grave del previsto.

Oltre all’esplosione di una centrale elettrica, l’energia è venuta a mancare anche in un ospedale, dal quale sono state evacuate 500 persone. Una delle zone maggiormente danneggiate è Battery Park, dove l’elettricità non è stata ancora ripristinata.

Il New Jersey rimane una delle zone che ha subìto i danni più gravi, l’acqua è ancora troppo alta e alcune zone sono addirittura irraggiungibili. A Hoboken ci sono ben quarantamila persone senza luce nè riscaldamento, che non possono evacuare, le squadre di soccorso hanno portato loro il cibo in gommone. Il blackout ha portato anche un altro problema, quello degli sciacalli, che al buio possono muoversi tranquillamente, approfittando di una situazione di immenso disagio.

Il presidente Obama ha dovuto sospendere tutti i suoi impegni elettorali a pochi giorni dalle elezioni, riprenderà la sua attività in Ohio, Virginia e Wisconsin solamente quattro giorni prima del voto; ha voluto dedicarsi, ovviamente, solo all’emergenza, supervisionando i soccorsi.

Ma i danni, inizialmente stimati tra i 10 e 20 miliardi di dollari, sono aumentati e potrebbero superare il picco dei 60 miliardi, adesso uno dei problemi principali è quello di provvedere ai fondi per le riparazioni. Dal punto di vista politico, la scelta di Obama (che dovrebbe essere data per scontata anziché creare stupore) di mettersi in primo piano durante l’emergenza, lasciandosi alle spalle il problema delle elezioni, lo ha messo in netto vantaggio rispetto a Mitt Romney. Un buon esempio tuttavia lo ha dato anche lui, mettendo da parte la rivalità con l’attuale Presidente degli Stati Uniti, per dare la priorità ad una catastrofe naturale che ha devastato buona parte del Paese.

New York, a modo suo, ha ripreso a vivere: nelle immagini vediamo la gente in fila per gli spettacoli di Broadway, i taxi nuovamente in funzione e i bus con la gente ammassata, a causa del blocco della metro e dei servizi limitati. Ci sono anche le immagini dall’alto, che mostrano ancora più chiaramente quali siano i danni. C’è chi non ha rinunciato, in ogni caso, alla festa di Halloween.

Photo Credits | Getty  Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>