L’autostop organizzato: i siti di car pooling e car sharing

di Elide 34 views2

Abbiamo già parlato più volte del car sharing e del car pooling, due modalità che permettono di spostarsi con costi minori e soprattutto con minore impatto. Andiamo a vedere di preciso di cosa si tratta e poi diamo un’occhiata ai due principali siti italiani che se ne occupano, d’ora in poi potreste pensare di andare al lavoro tramite auto condivisa!

Il car sharing prevede l’utilizzo di un automobile su prenotazione, una sorta di autonoleggio, che permette di lasciare l’auto nel parcheggio apposito senza avere problemi per cercare un posto. Si tratta dell’utilizzo ideale per chi non usa spesso l’auto e non vuole sostenere costi inutili per mantenerla. Il car pooling, troppo spesso confuso con lo sharing, consiste invece nella vera e propria condivisione dell’automobile, con un contributo per le spese necessarie per il trasporto. Quest’ultimo è il metodo migliore soprattutto per coloro che lavorano nella stessa zona e che magari devono percorrere lo stesso tragitto.

Ogni auto trasporta cinque passeggeri, questo significa che tramite il car pooling ci sono quattro macchine in meno per strada e quindi meno inquinamento. Questa soluzione è ottima anche per gli studenti universitari, soprattutto i fuori sede che non hanno mezzi a disposizione, al di là di quelli pubblici.

Insomma, le soluzioni esistono e se davvero si vuole rispettare l’ambiente praticando la mobilità sostenibile, compiendo per altro tagli notevoli nel proprio portafogli, vi consigliamo di consultare il sito Jungo.it e Carpooling.it. Nei siti troverete tutte le informazioni necessarie per capire da vicino di cosa stiamo parlando, inoltre sono presenti tutte le istruzioni per trovare la soluzione adatta per potersi spostare agevolmente e abbattendo costi ed emissioni. Nelle grandi città, dove il traffico diventa un incubo e dove i mezzi pubblici non sono sempre efficienti al massimo, sarebbe molto più bello vedere meno macchine in circolazione e respirare un’aria più sana.

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (2)

  1. Vi segnaliamo anche drivebook, portale italiano gratuito di carpooling.

    Facile da utilizzare, bastano pochi clic per inserire i propri passaggi. La registrazione è gratuita e il servizio adotta numerose misure per la sicurezza dei viaggi: sistema di feedback degli utenti, upload del documento d’identità e della targa del veicolo, passaggi rosa riservati solo a donne.

    Perfetto per pendolari, studenti e per chi è costretto ad utilizzare l’auto ogni giorno e vuole risparmiare fino al 60% sulle spese di benzina, percheggi e pedaggi! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>