Giocattoli ecologici da regalare per Natale 2011

di Elide 73 views1

Continuiamo a proporre idee originali e soprattutto ecologiche per Natale 2011. Dopo aver visto che c’è la possibilità di adottare un cucciolo a distanza tramite il WWF, passiamo ai regali per i più piccoli che, come sempre, sotto l’albero sperano di trovare sempre molti giocattoli. Le mamme più attente all’ecologia, faranno bene a cercare gli ecogiocattoli, per rispettare l’ambiente ma anche per costruire un futuro migliore ai loro bambini.

La CitiBlocs ha lanciato i Set Camouflagr CitiBlocs, delle costruzioni in legno assolutamente ecosostenibili. Il legno di cui sono fatte proviene dalle foreste sostenibili della Nuova Zelanda, ogni pezzo ha le stesse dimensioni ma cambia il colore, ne esistono svariate tonalità e la caratteristica fondamentale è che i blocchi sono colorati con coloranti atossici.

Ogni confezione contiene cento pezzi e contiene anche un certificato che attesta l’atossicità del legno, ma anche la sua sostenibilità. Il successo di questi eco-blocchi è stato tale che hanno ottenuto anche molti riconoscimenti e premi, attualmente sono anche il lizza per i Toys Awards.

L’utilizzo dei CitiBlocs parte dai tre anni in su e la loro diffusione potrebbe essere un ottimo strumento di sensibilizzazione a partire già dalla tenera età. Ma si sa, per educare una generazione bisogna partire dai genitori e diffondendo il materiale negli asili, questi potrebbero iniziare a capire quali sono i prodotti migliori da utilizzare per far sì che i figli giochino con materiali atossici e al contempo che l’ambiente non subisca danni durante la produzione di quei giocattoli. Diffondere ecogiochi negli asili, quindi, sarebbe il primo, piccolo, passo da compiere sulla strada della sensibilizzazione. C’è da osservare, tuttavia, che negli ultimi tempi l’attenzione verso la causa ambientale si è accresciuta, sia perché i materiali e i prodotti sostenibili sono sì poco diffusi ma decisamente meno introvabili rispetto a prima, grazie al potere di internet, sia perché sono molti i personaggi famosi che diffondono un messaggio positivo a riguardo e l’informazione circola più velocemente.

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>