Un albero per ogni neonato: il 21 novembre è la giornata nazionale degli alberi

di Redazione 42 views1

Ogni neonato ne avrà uno ‘suo’ e il 21 novembre una Giornata nazionale li celebrerà: sono gli alberi, al centro del ddl del ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo in favore dello sviluppo degli spazi verdi urbani, che l’aula del Senato ha approvato all’unanimità. Il provvedimento, che passa ora all’esame della Camera, istituisce appunto la “Giornata nazionale degli alberi” per il 21 novembre: viene infatti abrogata e sostituita la ‘Festa degli Alberi’ che istituì Mussolini il 30 settembre 1923.

Un albero per ogni neonato
Secondo il ddl, i comuni dovranno poi mettere a dimora un albero per ogni neonato residente, notificando a chi ha fatto la registrazione anagrafica, entro tre mesi dalla nascita di un bambino o di una bambina, le indicazioni sul luogo esatto dove è stato piantato l’albero dedicato al neonato. Lo stesso obbligo vale anche per i bambini adottati. Il ddl Prestigiacomo è stato modificato in commissione dove sono passati emendamenti che riguardano la promozione di iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi urbani e prevedono incentivi all’utilizzo del verde pensile.

Le agevolazioni per il verde pensile
Si introduce una detrazione dell’imposta lorda pari al 36% degli importi rimasti a carico del contribuente, fino ad un valore massimo di 45.000 euro, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, per le spese documentate, sostenute fino al 31 dicembre 2011, relative ad interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti, unità immobiliari o recinzioni, riguardanti tetti, coperture o pareti esterne e rappresentate dalla realizzazione del verde pensile e delle pareti rinverdite.

La tutela degli alberi secolari
Il ddl contiene anche disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi secolari, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale. Un decreto interministeriale istituirà l’elenco degli alberi monumentali d’Italia, alla cui gestione provvede il Corpo forestale dello Stato. E’ prevista una sanzione amministrativa da 5.000 a 100.000 euro per l’abbattimento o il danneggiamento di alberi monumentali.

Il legame tra l’albero e la persona
Il ddl “é una grande vittoria per l’ambiente”, ha commentato Prestigiacomo, sottolineando che “l’ampio consenso riscontrato sul provvedimento da parte di tutte le forze politiche mi fa ben sperare per un sollecito varo della legge alla Camera“. Per il senatore del Pdl Stefano De Lillo “questo disegno di legge conferma da che parte sta il vero ambientalismo, quello dei valori e quello dei fatti“. Soddisfazione anche nell’opposizione: per Francesco Rutelli (Api), il provvedimento é “un gesto simbolico di amore per la natura e di rispetto del profondo legame tra l’albero e la persona“.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>