Giornata mondiale dell’ambiente 2011: il 5 giugno l’India ospiterà le celebrazioni

di Blogger 28 views0

Nell’edizione 2011 della prossima Giornata mondiale dell’ambiente, il 5 giugno, sara’ per la prima volta l’India ad ospitare le principali celebrazioni. Sotto i riflettori la sua economia in forte crescita, che punta ad un processo di transizione alla green economy. Nell’anno internazionale delle foreste il tema della Giornata mondiale dell’ambiente del 2011 e’ dedicato ai polmoni verdi del Pianeta. L’India e’ un paese di 1,2 miliardi di persone che continua a fare i conti con il problema della pressione sulle foreste, specialmente nelle aree piu’ popolate, dove le persone coltivano le terre e l’eccessivo sfruttamento dei pascoli contribuisce al fenomeno della desertificazione. Il governo pero’ ha messo a punto un sistema per la riforestazione e ha introdotto progetti che monitorano la salute di piante, animali, acqua e altre risorse naturali, inclusi gli habitat che ospitano un’icona del mondo animale: la tigre.

Perché l’India
L’India – ha commentato il direttore esecutivo del Programma Onu per l’Ambiente (Unep), Achim Steiner – e’ famosa per la sua cultura, l’arte, il cinema e le industrie del settore IT. Allo stesso tempo e’ all’avanguardia per alcune iniziative ‘verdi’ di una green economy che sta prendendo piede a livello globale. Dalle sue turbine eoliche all’industria del solare, fino alle norme sugli investimenti nella conservazione della risorsa idrica e la gestione della terra, sono state poste le fondamenta di un nuovo modello di sviluppo”.

Energie pulite ed economie sostenibili
La tigre asiatica attualmente sta pianificando uno dei maggiori progetti di energia pulita al mondo, che produrra’ 10mila MW di solare e tremila MW di eolico nella regione del Karnataka, nell’India sudoccidentale. La prima fase del progetto da 50 miliardi di dollari comincera’ il prossimo anno. Le due citta’ piu’ importanti, Nuova Dehli e Bombay, ospiteranno i principali eventi della Giornata mondiale dell’ambiente del 2011, dopo il grande successo dell’edizione 2010, che ha coinvolto 112 paesi. A registrare le iniziative a livello globale, quest’anno con un occhio alla tutela delle foreste, sara’ il sito internet dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>