Una storia di cani e di amicizia

di Blogger2 1

https://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2011/03/beaglesegugio.jpgSi tratta di una storia di cani, di una storia di amicizia e di coraggio in cui un cane maschio beagle salva, grazie alla sua tenacia, la sua amica, un cane femmina segugio. Il cane maschio, il beagle si chiama Carrettoni e il segugio, il cane femmina si chiama Stella.
E’ successo tutto in Sardegna nei boschi della provincia di Cagliari, i cani sono stati trovati da alcuni volontari della Lipu che stavano battendo la zona alla ricerca delle numerose trappole illegali che i bracconieri disseminano in quei boschi nel tentativo di catturare uccelli ed altri animali, tra i quali gatti selvatici, martore e volpi. Soltanto in quel giro di ricognizione i volontari della Lipu hanno scoperto e disattivato più di 2.500 trappole a laccio di nylon o di crine messe in loco dai bracconieri.

Trappole illegali
Durante i giro di ricognizione alla ricerca di trappole illegali dei bracconieri, due volontari della Lipu hanno sentito un cane ululare e guaire con insistenza e si sono diretti nella direzione da dove provenivano gli ululati del cane. Una volta giunti in vista del cane si sono avvicinati ed hanno trovato un cane di razza beagle che ululava e guaiva disperatamente accanto ad un altro cane, una femmina di segugio, rimasta impigliata in una trappola a laccio di acciaio. Queste trappole sono fatte con un laccio a nodo scorsoio, i bracconieri le usano per catturare illegalmente i cinghiali. Più un animale caduto in questo tipo di trappola si divincola, più il nodo si stringe sul suo corpo.

Bloccata da due giorni
Il cane femmina segugio era bloccata nella trappola da due giorni e il suo amico, un cane maschio beagle era sempre stato accanto a lei a riscaldarla con il suo corpo, a leccarla, a vegliarla e a chiedere aiuto ululando e abbaiando a squarciagola. Ed è grazie al cane beagle che i volontari della Lipu hanno potuto trovare e salvare la femmina di cane segugio e riportare entrambi i cani ai loro compagni umani.
In rete è stato pubblicato un video del salvataggio visibile in questa pagina del CorriereTV.
Per maggiori informazioni visitate il sito web della Lipu.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>