Kitenergy, l’ aquilone che trasforma il vento in energia pulita

di Redazione 189 views0

Kitenergy è un progetto tanto semplice quanto innovativo a livello mondiale nel settore energie rinnovabili: un kite sfrutta il vento di alta quota per generare energia pulita.

COME NASCE KITENERGY
Già alla fine degli anni Settanta, John Loyd, ricercatore ai Berkeley Lawrence Livermore Labaratories, pubblicò uno studio molto interessante dimostrando la possibilità di generare sorprendenti quantità di energia catturando il vento di alta quota mediante aquiloni. A quei tempi però non esistevano ancora delle tecnologie sofisticate per effettuare realmente il sistema di controllo di suddetti aquiloni e passarono alcuni anni prima che si sviluppasse l’ idea.
I ricercatori del Politecnico di Torino cominciarono a lavorarci circa 5 anni fa quando Massimo Ippolito, titolare di una azienda elettronica del torinese, propose loro di lavorare su questo problema. Il passo successivo fu l’ ottenimento di finanziamenti dalla Regione Piemonte e, grazie anche all’ uso di tecnologie avanzate e modelli matematici sofisticati, i ricercatori hanno realizzato un complesso sistema di simulazione e di controllo in grado di valutare le reali potenzialità di generazione di energia. Allo scopo di verificare i risultati di laboratorio, è stato realizzato anche un primo prototipo. Kitenergy è così diventato nel settembre 2006 il primo prototipo nel mondo di generatore eolica di alta quota.

COME FUNZIONA KITENERGY
Il sistema Kitenergy è semplice: la struttura è composta da profili alari simili ad aquiloni controllati da terra mediante dei cavi, lunghi alcune centinaia di metri, e un’ unita computerizzata. Quando i cavi vengono estesi azionano un verricello collegato a dei generatori che producono energia. I profili alari possono essere di diversa tipologia ma attualmente vengono utilizzati prevalentemente i kite che commercialmente si adoperano per scopi sportivi, come per esempio il kite surfing. Grazie alla sua particolare conformazione, il kite vola in condizione di lift ad alta velocità: con un vento di 10 metri al secondo può raggiungere una velocità di volo pari a 100 metri al secondo, ovvero oltre 300 chilometri orari. A queste velocità è in grado di generare forze aerodinamiche sorprendentemente elevate e di conseguenza produrre elevate quantità di energia.

I VANTAGGI DEL SISTEMA KITENERGY
Kitenergy è innovativo perché – oltre a utilizzare una fonte energetica praticamente illimitata, disponibile ovunque e ad oggi ancora non sfruttata, ovvero il vento d’ alta quota – ha senza dubbio un impatto visivo e ambientale minore rispetto alle torri eoliche. La densità di potenza per chilometro quadrato è tra 10 e 20 volte più bassa: ciò significa che per produrre la stessa energia di una torre eolica, Kitenergy occupa spazi 10-20 volte minori. C’ è un notevole vantaggio legato anche al peso della struttura: una torre eolica di 2 MW di potenza pesa 350 tonnellate, di cui 50 rappresentate dal generatore messo a 100 metri di altezza, e 300 dalla torre di acciaio e dalle pale. La tecnologia Kitenergy sostituisce queste parti pesanti grazie ai cavi e al kite. Per produrre la stessa quantità di potenza massima, cioè 2 MW, è sufficiente un kite di 200 metri quadrati e cavi lunghi 1-1.5 km. Il tutto per un peso di sole 2-3 tonnellate più il generatore, contro le 350 di una torre eolica tradizionale.

Maggiori informazioni sono disponibili su: www.kitenav.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>