Guida alla pulizia ecologica della casa: bicarbonato di sodio

di isayblog4 93 views1

Il bicarbionato di sodio (NaHCO3) si trova in natura sia combinato al carbonato di sodio, sia nei sedimenti delle acque ferme (laghi e pozzi sotterranei). Viene inoltre prodotto dall’ organismo umano, dove svolge funzioni di regolazione del Ph nel sangue, nella saliva – proteggendo i denti dagli attacchi degli acidi sviluppati dalla decomposizione della placca batterica – e sulle mucose dello stomaco, dove ammortizza l’ azione dei succhi gastrici; infine, a livello di apparato respiratorio, il bicarbonato assorbe il biossido di carbonio presente nei tessuti e lo trasferisce ai polmoni, dove viene espulso.

IL BICARBONATO PER LA CASA
In casa, le sue proprietà chimiche ne fanno il prodotto principe per la pulizia, l’ igiene e la lotta ai cattivi odori. Completamente solubile in acqua e gentile sulla pelle, il bicarbonato non lascia residui nocivi nell’ ambiente. Si dice anzi che favorisca lo sviluppo di microrganismi utili nelle acque di scarico e che la sua presenza nelle acque degli oceani contribuisca ad ammortizzare gli effetti del biossido di carbonio nell’ atmosfera.

GLI IMPIEGHI DEL BICARBONATO
Gli impieghi di questa sostanza sono tantissimi:
* Puro serve come deodorante per il frigorifero, il sottolavello, i ripostigli, i cassetti e le scarpiere. Può essere inoltre sparso sui tappeti per ravvivarne i colori e aggiunto in piccole quantità alle lettiere degli animali domestici, alle scarpe, alla pattumiera per assorbirne i cattivi odori.
* Puro o diluito in poca acqua diventa un detergente multiuso, molto efficacie soprattutto sulle superfici della cucina e del bagno.
* Un cucchiaino di bicarbonato aggiunto all’ acqua di ammollo delle verdure aiuta a eliminare eventuali residui di pesticidi e altre sostanze chimiche e a staccare rapidamente lo sporco.
* Sotto forma di impasto acquoso riesce a demolire lo sporco incrostato del forno e a lucidare argento, peltro e rame, a rimuovere i residui di cibo dai taglieri, dagli utensili da cucina, dai lavelli.
* Può essere usato anche per l’ igiene personale per bagni rilassanti, come sbiancante per i denti, come deodorante e rinfrescante.

Il bicarbonato è altamente idrofilo – ossia, attira l’ umidità presente nell’ aria, raggrumandosi facilmente – e va pertanto conservato in contenitori ermetici.

QUALE BICARBONATO?
Recentemente, è comparso sul mercato italiano un nuovo tipo di bicarbonato in microgranuli: poiché è ragionevole pensare che questo nuovo tipo di bicarbonato richieda maggior lavorazioni in fase di produzione, sarebbe meglio optare per il prodotto più semplice.

Il consumatore critico deve essere capace di guardare al di là delle etichette e dei valori venduti tramite slogan, e ricordare che esiste sempre una terza via tra il comprare naturale e il comprare tradizionale: comprare il meno possibile, privilegiando sempre i produttori locali e autoproducendo ogni volta che si può.

Fonte: Cura naturale della casa, di Garzena – Tadiello – Edizioni Fag

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>