Ecopass Milano: tutto ciò che c’ è da sapere sulla proroga 2009

di Blogger Commenta

https://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2009/03/ecopass-milano-tutto-cio-che-c-e-da-sapere-sulla-proroga-2009.jpgCome tutti i milanesi già sanno, l’ Ecopass è stato prorogato anche per il 2009. Tuttavia, per chi arriva da fuori, non è spesso chiaro che cosa fare per essere in regola. Il Comune di Milano, infatti, applica il Piano del Traffico della Regione Lombardia che vieta la circolazione sul territorio del Comune di Milano a tutti gli autoveicoli benzina e diesel Euro 0 e diesel Euro 1, ciclomotori e moto a due tempi Euro 0 dal lunedì al venerdì (escluse anche le giornate festive infrasettimanali) dalle 7.30 alle 19.30.
Chi deve pagare l’ Ecopass? Dove si trovano i varchi? Ecco qui una piccola guida per districarsi nel mondo dell’ ecogabella, che include una mappa della zona ecopass, i relativi ingressi e informazioni utili anche per chi vive in città.

CHI DEVE PAGARE L’ ECOPASS?
I veicoli non inquinanti hanno libero accesso alla città e – di conseguenza – non devono pagare l’ Ecopass. Si tratta dei possessori dei veicoli appartenenti alle seguenti categorie (anche per chi risiede in area Ecopass):
– auto Diesel Euro 4 senza filtro e Merci Diesel Euro 4 e 5 senza filtro antiparticolato esenti sino al 31 dicembre 2009;
– autobus benzina successivi a Euro 4;
– auto, merci e autobus Diesel con filtro antiparticolato omologato;
– auto Diesel Euro 5 con filtro antiparticolato omologato obbligatorio all’immatricolazione.

I veicoli che invece devono pagare l’ Ecopass appartengono a queste categorie:
– autobus benzina Euro 1 e 2 inseriti nella Classe di inquinamento III;
– autobus benzina pre-Euro (Euro O) inseriti nella Classe di inquinamento III.

Ma non solo: anche i cittadini svizzeri devono pagare l’ Ecopass per entrare nella cerchia dei Bastioni: gli interessati possono trovare QUI le informazioni necessarie e la tabella di comparazione dei veicoli.

DOVE TROVO LA CLASSE AMBIENTALE DEL MIO VEICOLO?
Il calcolo della classe ambientale di riferimento è necessario non solo per pagare il bollo, ma anche per capire se si rientra nel computo degli incentivi previsti dalla Finanziaria 2008 e – per l’ appunto – per pagare l’ ecopass. Le categorie vanno da Euro 5 (obbligatoria a partire dal 2009) a Euro zero (che corrispondente ai modelli non catalizzati e a gasolio “non ecodiesel”).
L’ individuazione della classe di appartenenza si ricava dagli estremi della direttiva europea rispettata dal motore. Tuttavia è possibile individuarla partendo dall’ anno di prima immatricolazione. Questa informazione ha valore non vincolante in quanto nel corso degli anni sono sempre state consentite immatricolazioni in deroga. E’ sempre raccomandabile, infatti, controllare gli estremi della direttiva antinquinamento risultante dalla carta di circolazione, che è l’unica che fa fedea tal fine. In mancanza di questa indicazione, bisogna far riferimento alle caratteristiche riportate nella scheda tecnica prodotta in sede di omologazione.

Sui libretti di circolazione rilasciati fino al 1978 non va ricercata nessuna direttiva particolare. Per i modelli rilasciati su un foglio unico a sei riquadri la scritta “rispetta la direttiva” va ricercata nella parte bassa del riquadro superiore destro. Per il modello comunitario di carta, in vigore dal 1999 a oggi, gli estremi sono sempre riportati in basso a sinistra.

DOVE SONO GLI INGRESSI ECOPASS?
Ecco una cartina che delimita l’area Ecopass. Le limitazioni alla circolazione si applicano nell’ area interna alla cerchia dei bastioni di Milano, ovvero nell’ area – in direzione centro città – inclusa entro le porte e la circonvallazione interna.

https://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2009/03/mappa-ecopass-milano.jpg

Gli ingressi sin’ ora rilevati sono i seguenti, anche se potrebbero essercene altri:
– Ecopass via san Vittore
– Ecopass Corso Magenta
– Ecopass via Boccaccio
– Ecopass via XX settembre
– Ecopass via Bazzoni
– Ecopass via Mascheroni
– Ecopass via Monti
– Ecopass via Milton
– Ecopass Largo Alpini
– Ecopass via Tasso (presumibile)
– Ecopass porta Tenaglia
– Ecopass via Legnano (posizione probabile, ma incerta)
– Ecopass via Volta
– Ecopass via Moscova
– Ecopass corso Garibaldi
– Ecopass via Milazzo
– Ecopass Castelfidardo
– Ecopass via Turati
– Ecopass Corso Venezia
– Ecopass Via Baretti
– Ecopass via Vitali
– Ecopass via Rossini
– Ecopass corso Monforte
– Ecopass Mascagni
– Ecopass Porta Vittoria
– Ecopass Besana
– Ecopass Lamarmora
– Ecopass Curtatone
– Ecopass Porta Romana
– Ecopass via Cabrini
– Ecopass Porta Vigentina
– Ecopass Bianca di Savoia
– Ecopass Melegnano
– Ecopass Corso Italia
– Ecopass via Aurispa
– Ecopass Porta Ticinese
– Ecopass via Panzeri
– Ecopass via Ronzoni
– Ecopass Porta Genova
– Ecopass via Ausonio
– Ecopass Sant’Agostino
– Ecopass Servio Tullio
– Ecopass Olivetani
– Ecopass via Bandello

SERVIZIO ASSISTENZA ECOPASS
Esiste un Servizio Assistenza dedicato esclusivamente alla soluzione delle problematiche legate all’ attivazione di Ecopass.
In particolare il call center valuta le segnalazioni di anomalie, fornisce soluzioni per problemi riscontrati con attivazioni e pagamenti e gestisce gli eventuali reclami.
E’ possibile rivolgersi al Servizio Assistenza:
– inviando un fax al numero gratuito 800.730.760
– inviando un e-mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected]
– chiamando l’Infoline 02.02.02

COME OTTENERE I RIMBORSI
Tutti i servizi di sportello sono online nella sezione “Servizi” del Sito del Comune di Milano, dove è possibile scaricare la modulistica per le seguenti richieste:
– Rimborsi, in caso di Ecopass erroneamente acquistati;
– Servizio assistenza, in caso di anomalie o errori nella procedura di acquisto e attivazione di Ecopass e per la presentazione di reclami;
– Variazione dati Motorizzazione Civile, in caso di variazione delle caratteristiche del veicolo come trasformazione a GPL, metano o installazione di filtri anti-particolato;
– Registrazione dimoranti, per chi è domiciliato nella Cerchia dei Bastioni e per chi possiede o ha in affitto un box di pertinenza nella Cerchia e vuole richiedere un abbonamento Ecopass, ma non ha ancora segnalato la sua posizione.

Le pratiche relative a persone disabili continueranno ad essere svolte presso l’Ufficio Pass Disabili del Servizio Parcheggi e Sosta di via Beccaria 19.

ANCHE I DISABILI PAGANO L’ ECOPASS?
No. I disabili sono esonerati. Per i possessori di un contrassegno disabili la procedura di segnalazione della targa dell’ auto abitualmente usata va effettuata via fax, come indicato nella lettera inviata dal Comune o come è visibile sul sito Ecopass nella parte dedicata alle esenzioni, dove è possibile scaricare la modulistica.

Prossimamente vedremo anche come si paga l’ Ecopass…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>