Tesla Roadster, dal 2009 il bolide elettrico della California arriva anche in Europa

di Redazione 80 views0

Se pensate che le auto elettriche siano roba per sfigati, forse questo articolo potrebbe farvi ricredere. Non sono solo utilitarie o piccole berline ad implementare la tecnologia elettrica: la casa automobilistica californiana Tesla ha messo a punto Roadster, un vero e proprio bolide di lusso, al 100% elettrico. La biposto (che vedete nella foto) sarà disponibile anche in Europa nella versione Signature, un’ edizione limitata che ha apportato le modifiche necessarie per la normativa Europea. Ma per avere la versione europea “di serie” bisognerà aspettare il 2010. Le caratteristiche? Da 0 a 100km/h in 3,9 secondi, 14.000 giri, velocità massima di 200km/h, autonomia di 365km e ciclo di batteria pari a 160.000km. In più, dotazione interna di lusso. Il prezzo? 99.000 euro, Iva e tasse incluse.

L’ auto elettrica, insomma, cambia faccia. La Roadster unisce tutta la qualità e i dettagli dell’ auto sportiva di lusso alla migliore tecnologia pulita.
Freni a disco ventilati su tutte e quattro le ruote e ABS di serie, così come il caricatore da viaggio con connettore mobile sono solo alcune delle caratteristiche di questo bolide, che non ha nulla da invidiare alle auto tradizionali della stessa categoria. Ampia selezione di colori per gli interni e gli esterni, pelle a richiesta, coperta personalizzata, design della ruota particolare e, naturalmente, una placca interna individuale con il numero di produzione dell’ esemplare e firma. Che altro? Le sospensioni di questa macchina sono fabbricate appositamente sullo stile di guida del conducente.
Per ora, sono disponibili solo 250 esemplari. Ma è sempre possibile mettersi in lista d’ attesa per il lotto europeo del 2010.

La filosofia del Roadster
La maggior parte delle auto elettriche operano sotto l’ assunto che guidare sia una mera necessità, qualcosa di inevitabile se non si può raggiungere un posto a piedi o in bicicletta – si legge sul sito Tesla -. Il risultato sono macchine che sono disegnate, costruite e vendute in un modo che si rifiuta di glorificare la guida. Noi rispettosamente non siamo d’ accordo. Crediamo che guidare sia esaltante. Basta guardare un bambino su un go-cart e la gioia è visibile. E quando sei alla massima velocità, sapendo che l’unico olio nella macchina si trova nella trasmissione, gli unici suoni che senti sono le canzoni alla radio, guidare diventa ancora di più un piacere“.

L’ auto elettrica, per Tesla, significa libertà. Non solo dalla dipendenza di gasolio o benzina, ma dalla dipendenza da qualsiasi forma specifica di energia. L’ elettricità può infatti essere generata dal gas naturale, dal carbone, dal sole, dal vento, dall’ acqua e dal nucleare – o da una combinazione di queste – senza che il design della vettura cambi. Quindi, non importa quanto il mondo cambia: la macchina si adatta ed è immune dall’ obsolescenza.

Insomma, un’auto per pochi, ma pulita ed intelligente. Nell’attesa di vedere auto elettriche per tutti, sarebbe bello che “chi può” desse il buon esempio senza rinunciare allo stile ed alle prestazioni.
La tecnologia c’ è: la volontà (soprattutto politica) forse latita un po’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>