Legambiente, Italia in prima linea per innovazione e sostenibilità ambientale nel 2015

di Maris Matteucci 76 views0

Italia in prima linea per innovazione e sostenibilità ambientale nel 2015: è quanto afferma Legambiente nel Rapporto Ambiente Italia che individua nel Belpaese le caratteristiche necessarie per uno forma di sviluppo che sia all’insegna del rispetto ambientale. Ma la domanda che viene da porsi è: l’Italia è davvero pronta a riconoscere un nuovo modello evolutivo, già in atto?

Spiega Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente:

L’Italia ha la possibilità di trovare un proprio spazio originale nella globalizzazione valorizzando quelle risorse, vocazioni e talenti che tutto il mondo ci invidia. Ossia di un paese che ha meno dell’1% della popolazione mondiale ma che ha, per la sua posizione nel Mediterraneo e le sue risorse materiali e immateriali, ottime carte da giocare

Nel 2015 l’Italia si presenta come un Paese con tutte le carte in regola per avviare una ripresa dell’economia green e dei consumi. Sempre secondo Edoardo Zanchini,

nel 2014 gli oltre 600.000 impianti a fonti rinnovabili diffusi in ogni comune hanno garantito il 37% dei consumi. In 1.328 comuni italiani è stato superato il 65% di raccolta differenziata, con anche grandi comuni come Milano oltre il 50% e risultati eccellenti in molti comuni meridionali piccoli e grandi, come Salerno per esempio

Insomma l’Italia al gran completo sarebbe pronta per dire la sua in un mondo che deve per forza andare nella direzione di una economia ecosostenibile che sfrutti in modo più assiduo le risorse locali nel rispetto dell’ambiente. Ma ci saranno concreti investimenti in questo senso nel nostro Paese? E’ questo il più grande punto di domanda…

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>