Barack Obama a Georgetown: “La terra sta cambiando, gli USA devono agire”

di Elide 61 views0

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama durante il discorso all’Università di Georgetown ha parlato dei problemi del cambiamento climatico e dei provvedimenti che bisogna prendere per tutelare la Terra e l’ambiente.

Surriscaldamento globale, effetto serra, emissioni di CO2, tutti questi problemi non si possono più negare, il 97% degli scienziati riconosce il surriscaldamento, è tempo di prendere provvedimenti seri e gli USA devono agire. Questo, in sintesi, il messaggio lanciato da Barack Obama durante il discorso tenuto all’Università di Georgetown. Uno dei temi più scottanti che il Presidente ha dovuto affrontare, è la questione sull’oleodotto di Keystone: lui ha dichiarato che il progetto andrà avanti solo se rispetterà tutti i parametri di sicurezza stabiliti, ma gli animalisti sono già in fermento, perché l’oleodotto produrrà molte emissioni di gas serra, Obama a riguardo ha detto:

Dovrà rispettare i parametri di sicurezza e non compromettere l’ambiente o non sarà approvato dal mio governo. Il nostro interesse nazionale sarà garantito solo se questo progetto non aggraverà esageratamente il problema dell’inquinamento da anidride carbonica.

La struttura è già in costruzione, ma Obama ha continuato:

Gli interessi nazionali – ha continuato – saranno serviti se questo progetto non esaspererà gli effetti dell’inquinamento da carbonio. Gli effetti negativi non possono prevalere. Non ci possono essere ulteriori effetti negativi sul cambiamento climatico, quindi faremo una valutazione necessaria per capire se andare avanti con la costruzione.

Parlando del futuro, Barack Obama ha dimostrato determinazione:

Come presidente, come padre e come americano, sono qui per dirvi che dobbiamo agire.

Inoltre, Obama ha sottolineato che gli USA hanno compiuto passi in avanti per quanto riguarda la salvaguardia ambientale, ma c’è ancora molta strada da fare:

Dal 2006 nessun Paese al mondo ha ridotto l’inquinamento da gas serra come gli Stati Uniti. È un buon inizio. Ma la ragione per cui siamo qui è che c’è ancora molto da fare. Non è né giusto, né sicuro che le centrali elettriche emettano quantità illimitate di anidride carbonica nell’atmosfera. Dobbiamo fermarle. L’economia verde può essere il motore per i prossimi decenni e voglio che costruiamo quel futuro. È il nostro compito. Questo non vuol dire che improvvisamente smetteremo di produrre carburanti fossili, un periodo di transizione richiede tempo, ma chi dice che questo danneggerà i rifornimenti energetici, mente.

Più green economy e investimenti in tal senso, sarà una grande sfida per il Presidente, che deve risollevare la sua immagine dopo gli ultimi “scandali” che lo hanno travolto.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>