Il maltempo crea disagi in Friuli Venezia Giulia. La polizia a Trieste: “State a casa”

di Redazione 50 views0

Come previsto, in questi giorni il maltempo sta dando del filo da torcere in molte Regioni italiane, soprattutto in Friuli Venezia Giulia, dove ha creato molti disagi.

La situazione è particolarmente difficile a Trieste, dove la Polizia ha addirittura consigliato alla popolazione di rimanere in casa. Durante la notte, la bora ha toccato fino ai 100 chilometri orari, ghiacciando le strade e i marciapiedi. Anche se l’impetuosità del vento è diminuita e la situazione va lentamente migliorando, ci sono ancora alcune strade inaccessibili. Le forze dell’ordine, dalla Polizia ai Vigili del fuoco, si sono presi cura delle persone in difficoltà, in particolare quelle che hanno avuto difficoltà a spostarsi.

Il maltempo, soprattutto il ghiaccio, ha creato disagi anche dal punto di vista ferroviario: a causa dei cavi elettrici gelati, sono in partenza dei treni diesel, ogni 30 minuti; nel frattempo si sta facendo il possibile per ripristinare i collegamenti e far tornare tutto alla normalità. Problemi anche sulle autostrade: il raccordo autostradale Trieste A4 è stato chiuso ieri perché pericoloso e già causa di incidenti stradali, oggi è stato riaperto solamente ai mezzi leggeri.

Tutto il Nord è coinvolto dall’arrivo della nuova perturbazione, Thor, la neve ha imbiancato Venezia ed anche Padova, la neve è arrivata a bassa quota anche in Emilia Romagna e Lombardia, proprio come previsto. Frane nella zona di Pesaro hanno costretto alla chiusura della SS 16-Strada delle Marche nel tratto fino a Fosso Sejore. Nemmeno l’America è immune, sta attraversando un periodo di turbolenze particolarmente violente anche tutta la zona oltreoceano, ma tornando all’Italia, non è ancora finita. Per i prossimi 15 giorni il maltempo non ci abbandonerà e la primavera sarà solamente un miraggio: tra mercoledì e sabato sono attese nuove perturbazioni sulle Alpi, tempo instabile a Nordest. Le previsioni dicono che Pasquetta sarà piovosa, come questi giorni, il tempo sarà particolarmente instabile, come vuole la tradizione. Infatti marzo è il mese “pazzerello” per antonomasia.

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>