Il condominio sostenibile: cos’è il cohousing

di Redazione 83 views0

Come vivere in maniera intelligente, interagendo con gli altri e riducendo i costi: il cohousing è la soluzione e man mano che il tempo passa e la crisi aumenta, sono sempre di più le persone che scelgono questo stile di vita. Non si tratta di una novità ma di una realtà che via via diventa sempre più necessaria, mostrando il suo lato più comodo.

Il cohousing, infatti, consiste nel condividere alcuni spazi e servizi con gli altri abitanti del condominio, dagli spazi per bambini a quelli verdi (un orto oppure una serra), tutto viene diviso e razionalizzato, si riducono i costi ed anche le difficoltà. Esistono più di mille strutture al mondo che hanno adottato questo nuovo modo di vivere e se prima vivere in condominio era il più grande incubo di una persona, adesso potrebbe trasformarsi addirittura in una scelta vantaggioso.

In un mondo che si mostra sempre più freddo e distaccato, avere una zona per bambini o uno spazio comune in cui confrontarsi e socializzare, sarebbe già un grande passo; pensate ad uno spazio comune anche per gli animali; un orto o una serra permetterebbero di coltivare piccole piante o ortaggi tra i meno ingombranti ed utili, così da averli sempre freschi e a portata di mano, riducendo così i costi della spesa ma per avere anche la sicurezza della provenienza dei prodotti. In più, si potrebbe pensare al car sharing, oltre che a una portineria molto più utile di quelle attuali, che magari gestisce le bollette o che ritira la pesa.

Il cohousing è già una realtà in molti Paesi, soprattutto nel Nord Europa e in Giappone, ma negli ultimi anni anche l’Italia ha mostrato un certo interesse nei confronti di questo modo di vivere totalmente diverso. E’ risaputo che buona parte dello stress che una persona accumula nella giornata deriva proprio dai piccoli screzi condominiali, con gli spazi condivisi ed un modo diverso di interagire con le persone che vivono nello stesso luogo e di vivere il luogo in cui si abita, renderebbe ogni cosa sicuramente più semplice.

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>