Luoghi da visitare nel 2012: le nuove sette meraviglie del mondo

di Elide 43 views2

 L’associazione no profit New7Wonders lo scorso novembre ha stilato una nuova classifica delle sette meraviglie del mondo, dopo ben due anni di segnalazioni ricevute dagli utenti. La dichiarazione ufficiale arriverà con l’anno nuovo, ma intanto diamo un’occhiata ai luoghi che hanno affascinato di più gli utenti, uno spunto magari per chi volesse iniziare l’anno con una bella vacanza.

La foresta Amazzonica, la foresta tropicale più grande del mondo, il polmone del nostro pianeta, una risorsa da proteggere a tutti i costi che giorno dopo giorno viene danneggiata. La foresta ricopre 2700 miglia quadrate in ben nove Paesi sudamericani ed è attraversata dal Rio delle Amazzoni, il più grande fiume del mondo. Verde a perdita d’occhio ed una quantità incredibile di specie animali e vegetali, flora e fauna sono tra le più numerose al mondo.

Tanto per restare in Sud America, ci sono anche le Cascate dell’Iguazù: 275 cascate alte fino a 70 metri che nascono dall’omonimo fiume. Si caratterizzano per una gola a forma di U, la Garganta del Diablo, lunga 700 metri e larga 150, al confine tra Argentina e Brasile.

Cambiamo continente e passiamo in Asia, dove spicca la baia di Ha Long, in Vietnam. Si tratta di un’insenatura nel Golfo del Tonchino formata da 3000 isolette calcaree, ognuna di queste è coperta da una fitta vegetazione, al loro interno invece si trovano stalattiti e stalagmiti, ma anche graffiti risalenti al XIX secolo.

L’isola vulcanica di Jeju si trova nel Sud Corea ed è lì che è situata l’Hallsan, la montagna sudcoreana più alta, che un tempo è stata un vulcano. In cima alla montagna, infatti, si trova un lago vulcanico e l’intera isola è ricoperta di roccia vulcanica, oltre che 300 vulcani piccoli e ormai spenti. Sull’isola sono presenti molte specie animali in via d’estinzione ma anche molti resti fossili.

L’isola di Komodo è molto famosa, si trova in Indonesia e in essa spiccano le sue colline, a 825 metri sul livello del mare, ma la notorietà arriva soprattutto per la presenza dei celebri Varani, le più grandi lucertole esistenti al mondo.

Passiamo alle Filippine e al Parco nazionale del fiume sotterraneo Puerto Princesa, dove esiste un fiume sotterraneo navigabile per 4,5 km, che attraversa una grotta ricca di stalattiti e stalagmiti e che si riversa, poi, sul Mare cinese Meridionale.

Un altro cambio continente, in Sud Africa la settima meraviglia è la Table Mountain, una montagna dalla cima piatta che sovrasta proprio Città del Capo, dove attualmente esistono 1470 specie di piante differenti.

Delusione per l’Italia, nessuna meraviglia del nostro Paese è finita nella top 7, ad avere buone speranze era il Vesuvio, ma forse la cattiva pubblicità subita dalla Campania negli ultimi anni ha compromesso la “vittoria”.

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (2)

  1. Con tutta la buona volontà, dubito che il Vesuvio possa competere con le meraviglie naturali elencate lì sopra. Forse le Dolomiti? (E lungi da me qualsiasi polemica nord-sud! Parlo solo di bellezze strettamente naturali)

  2. ma scusate che senso ha? sono meraviglie naturali, c’erano già nel mondo antico… le nuove 7 meraviglie dovrebbero riferirsi a nuove opere dell’uomo, che nel mondo antico non c’erano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>