Parco del Trasimeno: Il Giardino delle Piante Acquatiche

di Blogger2 65 views0

Il Giardino delle piante acquatiche si trova sull’Isola Polvese, nell’area protetta del Parco del Trasimeno. È stato realizzato nel1995 in seguito al recupero della piscina progettata nel 1959 dall’architetto Pietro Porcinai su commissione del conte Citterio. La piscina situata nell’area di una vecchia cava di arenaria abbandonata, è stata scavata interamente nella roccia. La vasca centrale del Giardino delle Piante Acquatiche dell’area protetta del Parco del Trasimeno è ricavato da una vecchia cava laterale detta “ninfeo” in cui cresce una grande varietà di piante acquatiche come ninfee, fior di loto e gigli d’acqua, le cui fioriture è possibile ammirare a partire dalla tarda primavera.

Parco scientifico-didattico
La provincia di Perugia, proprietaria dell’Isola Polvese dal 1973, l’ha dichiarata nel 1995 parco scientifico-didattico.
Il Giardino delle Piante Acquatiche dell’area protetta del Parco del Trasimeno è una vera e propria “aula verde” che svolge diverse attività: di ricerca e di sperimentazione, con programmi di monitoraggio ambientale; produttiva, legata all’agricoltura biologica e al turismo; di educazione ambientale, finalizzata alla conoscenza del territorio.

Attività di educazione ambientale
L’attività di educazione ambientale finalizzata alla conoscenza del territorio è realizzata mediante percorsi didattici che prevedono un’interazione diretta con l’ambiente circostante attraverso momenti ludici e di lavoro sul campo e in laboratorio.
Le tematiche sono quelle emergenti nell’Isola Polvese: l’ambiente naturale (bosco, lago, canneto), l’ambiente storico e le attività legate all’agricoltura e alle tecnologie ambientali.
Per maggiori informazioni visitate il sito web del Parco del Trasimeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>