Veggie Pride, tutti in corteo a Milano sabato 15 maggio

di Blogger 28 views0

Il terzo Veggie Pride italiano si svogerà anche quest’anno a Milano. Il corteo si snoderà per le vie del centro cittadino sabato 15 maggio 2010 nel pomeriggio, contemporaneamente all’analoga manifestazione che avrà luogo in Francia (Lione). Il concentramento è previsto per le ore 14 in Piazza Missori (Metropolitana 3).

IL VEGGIE PRIDE
Il Veggie Pride è una manifestazione che riunisce ogni anno in Francia, e dal 2008 anche in Italia, dei veg*ani contro lo sfruttamento animale. (“Veg*ani”: abbreviazione per “vegetariani o vegani”). Un corteo ha luogo nelle vie della città sede dell’evento, seguito da un raggruppamento in una piazza dove vengono proposte iniziative quali banchetti di degustazione, d’informazione, vendita di materiale militante, musica, libri e discorsi. Questo raduno favorisce anche incontri, scambi, discussioni tra i manifestanti con esperienze ed impegni diversi.

L’ORGOGLIO DI NON UCCIDERE ANIMALI
Alla sfilata parteciperanno le persone che, a proprio nome, vengono ad esprimere il loro orgoglio di opporsi allo sfruttamento e al massacro degli animali. L’idea del Veggie Pride è portare i veg*ani a fare il loro “coming out”, a osar affermare le loro ragioni, le loro convinzioni sugli animali nella vita di tutti i giorni, davanti alle persone che li circondano. È quella di aumentare le loro difese di fronte ai tentativi di emarginazione di cui possono essere vittima in famiglia o al lavoro. È per questo che il Veggie Pride si rivolge ai veg*ani come singoli e chiede loro di essere presenti semplicemente come singoli, e non come membri di associazioni che si fanno loro portavoce.
Concretamente, questo significa che non devono esserci sigle o nomi di associazioni sulle bandiere e sui cartelli usati nel corteo.

LE PRIME VITTIME
Sappiamo che alcuni hanno anche altre ragioni per essere vegetariani o vegan (prima fra tutte la salute, o gli effetti nefasti dell’industria della carne sul Terzo Mondo). Le prime vittime dell’alimentazione carnea, tuttavia, sono gli animali mangiati. Almeno una volta all’anno, tramite il Veggie Pride, sarà parlare pubblicamente della violenza commessa nei confronti degli animali e del nostro rifiuto di parteciparvi: questo è il fine del Veggie Pride.
Per questo, gli organizzatori del Veggie Pride chiedono che nel corso del corteo vengano utilizzati slogan o cartelli o bandiere che sostengono il vegetarismo o il veganismo solo per solidarietà con gli animali mangiati e per nessun’altra ragione.

LE INIZIATIVE DEL VEGGIE PRIDE
Tutte le iniziative per animare la manifestazione sono incoraggiate:
– I partecipanti sono invitati a realizzare dei cartelli (in rapporto al rifiuto di mangiare gli animali);
– Si può venire mascherati;
– Si possono proporre delle performances da realizzare al momento dell’arrivo (lettura di testi, musica, ecc.).

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il manifesto del Veggie Pride, FAQ ed approfondimenti sul sito: www.veggiepride.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>