Occhio alla medusa: al via il progetto di mappatura della presenza di meduse nei mari italiani

di Blogger 1

https://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2009/06/occhio-alla-medusa-al-via-il-progetto-di-mappatura-della-presenza-di-meduse-nei-mari-italiani.jpgAltra estate, altra invasione di meduse. E sarà così anche per i prossimi anni. Per avere la mappa della loro presenza, parte dall’ Italia la prima rete di osservazione “occhio alla medusa” che coinvolgerà vacanzieri, stabilimenti balneari, ricercatori, e il popolo del web.

Lo ha annunciato all’ ANSA Ferdinando Boero, professore ordinario di zoologia e biologia marina dell’ Università del Salento, uno dei massimi esperti di meduse in Italia, e responsabile della campagna che ricade nell’ ambito della Commissione scientifica sul Mediterraneo di cui è presidente il Principe Alberto di Monaco. La fase pilota della campagna sarà lanciata ufficialmente alla rassegna “Stelle di mare lungo il fiume” dell’ associazione Marevivo a Roma.

COME MAPPARE LE MEDUSE
Sono 14 le specie disegnate in dettaglio nel manifesto: 5 con la scritta rossa per indicare che sono urticanti e 9 con la scritta bianca (innocue). Si chiede in modo schematico e molto comprensibile di inviare una e-mail indicando: il nome della medusa (che si può ricavare dal disegno), il luogo di osservazione (per questo il Mediterraneo è stato suddiviso in tante caselle numerate), la formazione (se avvistamenti singoli o in gruppi) e la distanza approssimativa tra le meduse per capirne la concentrazione.

DIFFUSIONE DELLE MEDUSE E MANCANZA DI PESCI
Ogni anno è sempre peggio – ha detto Boero – ormai il fenomeno è mondiale. Non è una questione di mancanza di predatori quanto di assenza di competizione. Senza più pesci in mare le meduse prendono il sopravvento“.

Commenti (1)

  1. Quale è il sito per poter vedere la mappa e le immagini delle meduse?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>