Riscaldamento: Legambiente, termografie agli edifici per valutarne l’ efficienza energetica. Torna la proposta di una certificazione energetica

di Redazione 77 views2

Da anni le amministrazioni e le associazioni ambientaliste si battono per ottenere una maggiore efficienza energetica degli edifici. La dispersione di calore dovuta al pessimo isolamento o all’ utilizzo di materiali non idonei provocano infatti enormi sprechi, oltre al surriscaldamento ambientale. Una spesa per le tasche di chi nell’ edificio ci vive ed anche un danno per l’ ambiente.
Per documentare questi sprechi Legambiente ha realizzato delle termografie di case e uffici: il risultato? Molti edifici di nuova costruzione sembrano dei colabrodi di calore, con indici di inefficienza altissimi. Poche sono infatti le eccezioni. Attraverso questo strumento, Legambiente ha potuto documentare le inefficienze e ha colto l’ occasione per riproporre l’ idea di una certificazione energetica obbligatoria per gli edifici di nuova costruzione.



LE TERMOGRAFIE
La termografia adottata da Legambiente è stata effettuata in collaborazione con Edison, grazie all’ elaborazione dello studio dell’ ingegner Vittorio Bardazzi di Prato. Le termografie hanno riguardato nuovi immobili per abitazioni e edifici pubblici per uffici in quattro città: Roma, Firenze, Milano e Bolzano.

I RISULTATI
Il risultato – spiega Edoardo Zanchini, responsabile energia dell’ associazione – è molto interessante e mostra come vi possano essere difetti macroscopici oppure soluzioni perfette che determinano differenti livelli di comfort e di spesa per chi ci vive e li utilizza. La differenza non è piccola, la termografia permette di visualizzare il funzionamento delle pareti e quindi di capire se un edificio è ben costruito, se avrà bisogno di un minor utilizzo di energia per il riscaldamento d’ inverno e di energia per il condizionamento dell’ aria d’ estate. In un edificio ben isolato si può arrivare a spendere fino a un quarto in termini di bolletta energetica, con un risparmio che per una famiglia vuol dire centinaia di euro, per edifici di uffici migliaia di euro ogni anno“.

UNA CERTIFICAZIONE ENERGETICA PER GLI EDIFICI
In questo contesto, Legambiente ha voluto riproporre le potenzialità della certificazione energetica degli edifici. Il governo Prodi l’ aveva resa obbligatoria come documentazione da allegare alle compravendite di immobili a partire dal primo luglio 2008, ma il nuovo esecutivo Berlusconi ha cancellato il provvedimento. E, al momento, anche se la direttiva europea 2002/91 la impone a tutti gli Stati membri, in Italia mancano ancora le linee guida.

Quello che emerge con forza da questo studio – prosegue Zanchini – è che la certificazione energetica funziona. A Bolzano, dove a differenza che nel resto del Paese è in vigore, i risultati si vedono e gli stabili, quelli residenziali come quelli destinati ad uffici pubblici, permettono risparmi sulle spese di raffreddamento e riscaldamento (30 kWh/mq anno contro 120 kWh/mq anno) fino a un quarto di quanto occorre nelle altre città“.

IL CAMPIONE: CASE NUOVE E DI PREGIO

L’ aspetto paradossale – aggiunge Zanchini – è che tutti gli stabili presi in considerazione sono nuovi e di pregio. Stiamo parlando di case da 4-5 mila euro a metro quadrato e adottare i migliori accorgimenti ai fini dell’efficienza energetica avrebbe fatto aumentare il prezzo in misura modesta. Il problema è che fino ad oggi la domanda del mercato immobiliare è stata tale da non spingere i costruttori a innovare, facendoli vivere di rendita con tecniche e materiali obsoleti dal punto di vista dell’ efficienza“.

Anche dal settore dell’ edilizia si attende ora un cambio di direzione verso la bioedilizia, i materiali ecocompatibili e con strutture mirate al risparmio ed all’ efficienza energetica. Recuperare il tempo perduto, in un campo così statico, sarà dunque una bella sfida.

Commenti (2)

  1. Per chi avesse bisogno di una certificazione energetica segnaliamo il portale web delle certificazioni energetiche qualificazioneenegetica.it.
    Dove è possibile ricevere preventivi gratuiti da tutti i certificatori energetici della propri regione e risparmiare sul costo della certificazione energetica.

  2. Vi consiglio questo portale sulla certificazione energetica: http://www.certificazioneenergeticaedifici.org

    Sono presenti news ed articoli aggioranti giornalemnte per fornirvi un’informazione utile e semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>