Contro corrente, da Altroconsumo un aiuto per prevenire gli sprechi energetici in casa ed alleggerire le bollette

di Redazione 64 views0

Prevenire gli sprechi giorno per giorno con un utilizzo efficiente degli elettrodomestici consente di ridurre i consumi di energia e alleggerisce la bolletta fino a 110 euro l’ anno. In più, preserva l’ ambiente. Altroconsumo presenta la campagna Contro Corrente, volta a modificare i comportamenti per rendere più efficiente l’ utilizzo dell’ energia. Ma non solo: la campagna è un valido aiuto nella scelta dei fornitori di utenze elettriche e gas come nell’ acquisto e nell’ uso di elettrodomestici.
Sino al 20 marzo prossimo saranno infatti disponibili sul sito dell’ associazione i test che mettono a confronto la qualità di diverse marche di elettrodomestici, un’ animazione e schede interattive su ciascun apparecchio di casa (dal frigorifero alla lavatrice, dalla lavastoviglie alla televisione) e sullo spreco dovuto allo stand-by, che arriva ad incidere anche fino a 40 euro l’ anno.



Sempre sul sito di ALtroconsumo è possibile calcolare, secondo i profili di utilizzo di ciascuno, quanto effettivamente costa non spegnere gli apparecchi in stand-by a casa. Un impegno preciso, quello della riduzione degli sprechi, che si può sottoscrivere attraverso la promessa di annullarlo: Altroconsumo conteggerà quanta energia sarà risparmiata e quanta CO2 non sarà di conseguenza immessa nell’ atmosfera. Le banche dati sono aperte a tutti e forniscono la possibilità di confrontare le differenti offerte dei fornitori di elettricità e gas sul mercato.

In più si potranno trovare le risposte ai quesiti sulla convenienza della bioraria, sulla tariffa a “prezzo bloccato” o su quella scontata, su come leggere la bolletta, sulla qualità del servizio: impianto, contatore, eventuale interruzione della fornitura. Disponibili anche dossier con informazioni su agevolazioni e benefici fiscali legati all’ energia domestica: ristrutturazioni, acquisto di caldaie di ultima generazione e bonus energia.

In questo ambito purtroppo – si legge in un comunicato di Altroconsumo le scelte politiche appaiono fumose. Attualmente in fase di iter legislativo, le ipotesi note non promettono niente di concreto: inizialmente si voleva escludere la possibilità di detrarre il 55% delle spese di ristrutturazione finalizzate al risparmio energetico; ad oggi le attuali proposte del Governo prevedono di includere nel 36% di detrazione anche l’acquisto di mobili. Sarebbero opportuni interventi più diretti, allargati a tutte le categorie di elettrodomestici“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>