leonardo.it

10 e 11 dicembre salviamo gli animali con LAV

 
Elide
6 dicembre 2011
Commenta

Sebbene non siano diffuse come un tempo, le pellicce rimangono un grande problema da risolvere. Ancora oggi, infatti, le industrie propongono le pelli degli animali, anche se a prezzi più abbordabili per estendere il target.

Ogni anno sono migliaia gli animali che vengono uccisi per la realizzazione di pellicce, da molto tempo a questa parte la LAV agisce in loro difesa per contrastare la diffusione di qualunque capo di abbigliamento realizzato con il pelo di animali indifesi, costretti in condizioni pessime negli allevamenti. La LAV, infatti, ha distribuito molti video che, seppur crudi mostrano quella che è la realtà.

E’ nato, per questo motivo, il sito web Nonlosapevo, che permette agli utenti di imparare a selezionare i capi di abbigliamento, selezionando anche i negozi che non aderiscono alla vendita di pellicce. Il 10 e l’11 dicembre la LAV sarà nelle principali piazze italiane per firmare una petizione che sostiene una proposta legislativa nazionale che decreti la fine dell’allevamento, ma anche della cattura in natura e dell’uccisione di animali per le pellicce. Si tratta di un appuntamento molto importante, soprattutto per sensibilizzare la gente che ancora adesso si preoccupa poco delle condizioni in cui vivono gli animali.

Nel sito della LAV, per chi non fosse debole di stomaco, ci sono molti video che dimostrano che troppo spesso gli animali vengono maltrattati. L’associazione dal 1977 si schiera contro la vivisezione e lotta per l’affermazione dei diritti degli animali, la difesa della biodiversità e dell’ambiente, così come lotta contro la zoomafia. Il sito ufficiale espone in modo chiaro tutti gli intenti della LAV, con tanto di statuto, bilancio e regolamenti che garantiscono ulteriore trasparenza all’utente, il quale potrà fidarsi maggiormente e preoccuparsi con più cura del futuro degli animali che, proprio a causa nostra, sono condannati ad inutili ed atroci sofferenze che a molti di loro sono costati e/o costeranno l’estinzione.

Photo Credits | Thinkstock

Articoli Correlati
YARPP
Video shock Usa sui metodi di caccia di animali da pelliccia

Video shock Usa sui metodi di caccia di animali da pelliccia

Il video shock di Born Free U.S.A. (Attenzione, alcune di queste immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità) in Virgilio Video Lo diciamo subito: questo video di denuncia girato dall’associazione per […]

A.R.F. Corso di dicembre

A.R.F. Corso di dicembre

L’11 e il 12 dicembre 2010 l’A.R.F. (Associazione Recupero Fauna) propone un corso della durata di due giorni sulla “Gestione e Cura dei Principali Animali Domestici Non Convenzionali”, tra i […]

Il governo Israeliano propone il bando per le pellicce

Il governo Israeliano propone il bando per le pellicce

Con un atto di coraggio il governo israaliano ha dato il via libera a un disegno di legge, proposto dal Ministro all’Agricoltura Shalom Simhon, che estende a tutti gli animali […]

Spot shock della Peta per gli animali: Pink presta la voce a un coccodrillo scuoiato

Spot shock della Peta per gli animali: Pink presta la voce a un coccodrillo scuoiato

MILANO – Arriva la nuova campagna shock della Peta (People for the Ethical Treatment of Animals): un coccodrillo scuoiato con la voce della popstar Pink e un coniglio senza pelliccia […]

Darwin Day, a Roma animali vivi al Palaexpo. Gli ambientalisti protestano ma i curatori assicurano che gli animali stanno bene

Darwin Day, a Roma animali vivi al Palaexpo. Gli ambientalisti protestano ma i curatori assicurano che gli animali stanno bene

Il Darwin Day trasformato in una querelle: ci sono animali vivi esposti al Palaexpo di via Nazionale a Roma, messi lì per la mostra “Darwin 1809-1909” che festeggia il bicentenario […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento