Greenpeace, Marion Cotillard in un video a difesa dell’Amazzonia

di Diletta Funaro 90 views0

Un nuovo rapporto di Greenpeace, Allarme Amazzonia rivela come il legno che proviene dal taglio illegale che distrugge la foresta amazzonica, venga spacciato invece come “legale”. Questo è possibile a causa della falsificazione dei documenti e alla frode sui certificati forestali che permettono la vendita anche in Europa e Stati Uniti.

Greenpeace, da sempre in prima linea con indagini e rapporti, rivela che nello stato brasiliano del Parà il 78% del legname estratto è illegale.

Il taglio illegale ha un impatto devastante sulla foresta amazzonica ed i principali effetti sono:

  • perdita di biodiversità;
  • contribuzione ai cambiamenti climatici;
  • causa di conflitti sociali e fenomeni di lavoro schiavile connesso ad atti di violenza contro chi vi si oppone.

Greenpeace ha così deciso di avviare una campagna di sensibilizzazione mediante un corto d’animazione con cui spiegare come il taglio illegale stia distruggendo la foresta amazzonica.

A prestare la voce al video di animazione è l’attrice francese Marion Cotillard, vincitrice di un Premio Oscar e candidata alla Palma d’Oro al Festival di Cannes.

Nel video vi è una vera e propria denuncia allo spaccio illegale di legna e risulta evidente che occorrono severi controlli e sanzioni affinché importatori, commercianti e consumatori non diventino complici della distruzione del Polmone Verde amazzonico.

A seguito di questa azione di sensibilizzazione, il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina ha annunciato che con l’approvazione del decreto di attuazione del Regolamento europeo, sarà vietato in Italia l’ingresso di legno illegale.

Si tratta dell’ennesimo tentativo da parte di Greenpeace di proteggere gli ultimi polmoni verdi del pianeta e tutto ciò che vi ruota attorno.

Foto | Greenpeace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>