Cani macellati in Cina, arriva il video denuncia

di Redazione 132 views0

Un business da dieci milioni di euro, che vede morire migliaia di cani ogni anno in Cina, dopo essere stati seviziati e torturati. La denuncia arriva da Animal Equality, diffusa attraverso un video che mostra immagini crude sulle torture che gli animali subiscono.

In Cina mangiare carne di cane non è particolarmente strano, alcuni attivisti e animalisti sono riusciti ad infiltrarsi all’intero di alcuni macelli per realizzare le riprese shock. Cani bastonati, storditi, sgozzati, spellati e poi bolliti, un orrore che costa la vita a milioni di esemplari.

Così è nato il sito Senzavoce.org, che mostra un video sconvolgente di quanto accade ai cani, spesso presi per strada o addirittura prelevati dalle loro famiglie. E le testimonianze su quanto accade all’interno dei macelli fanno davvero rabbrividire:

L’unico rumore proveniva dal bisbigliare e piangere dei cani che venivano schiacciati con delle tenaglie, trascinati sul pavimento e martoriati a morte con dei bastoni. Alcuni venivano picchiati dai lavoratori che fracassavano con de bastoni la loro area nasale, molto sensibile al dolore. I lavoratori non mostravano segni di compassione per gli animali che venivano malmenati, presi a calci, a pugni lungo tutta la stanza prima di venire uccisi.

A quanto pare in Cina e in altri Paesi come il Vietnam, mangiare carne di cane è piuttosto comune. Ogni giorno nei macelli cinesi perdono la vita dai trenta ai cinquantamila cani e prima di finire sulle tavole dei consumatori, subiscono delle violenze atroci. Il commercio della carne di cane vale milioni di euro ed oltre a quella, in Cina viene usata anche la pelliccia. Secondo un sondaggio realizzato poco tempo fa, oltre l’80% delle famiglie di Jinan ha denunciato la scomparsa del proprio cane e con tutta probabilità quasi tutti gli animali scomparsi sono andati incontro allo stesso destino, alle indicibili crudeltà del mattatoio.

Photo credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>