Scandalo carni equine: in Inghilterra aumentano i vegetariani

di Elide 136 views1

Lo scandalo è partito proprio dall’Inghilterra per poi diramarsi in tutta Europa e nemmeno l’Italia ne è immune: le carni equine sono state ritrovate in tantissimi alimenti in cui veniva indicata la presenza di carne di vitello.

Findus, Nestlè, Buitoni, Lidl e Ikea sono soltanto alcune delle aziende che sono state travolte dallo scandalo, con tonnellate di carne sequestrata, che ufficialmente era stata dichiarata di vitello o bovino adulto. Ma che effetti ha avuto tutto questo sull’economia alimentare?

Sembra che in Inghilterra stia portando sviluppi inediti e che siano in aumento i vegetariani. Cresce la mancanza di fiducia nei confronti dei prodotti confezionati contenenti la carne, e al contempo crescono gli acquisti di prodotti vegetariani. Anche se le vendite della carne non sono colate a picco, in Inghilterra almeno una persona su cinque ha smesso di farne uso ed è passata ad un tipo di dieta vegetariano. Andy Clarke dell’Asda, catena di supermercati diffusa nel Regno Unito e tra le tante finite al centro dello scandalo, ha confermato l’incremento di acquisti vegetariani, spiegando però che la carne non ha subìto un drastico calo.

Nei prodotti Asda è stato riscontrato addirittura il 4,8% di carne equina, all’interno di alcuni hamburger surgelati e nel preparato per il ragù di manzo. La conseguenza è stato il ritiro di ben 35 prodotti, tra cui sughi freschi e carne di maiale surgelata. Clarke si è detto stupito per l’accaduto ed ha poi dichiarato:

Non ci sono scuse per questo atto criminale. E bisognerà lavorare per ristabilire la reputazione del brand.

Lo scandalo però ha travolto tutta Europa: Italia, Francia, Austria, Spagna, in tutti i Paesi sono stati ritirati tantissimi prodotti, in gran parte tutti destinati al banco dei surgelati. La fiducia da parte dei clienti inizia a scarseggiare, mentre i controlli aumentano, ma davvero questo scandalo può rivoluzionare l’alimentazione del cittadino medio?

Photo Credits | Thinkstock

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>