La Sicilia green con “Catania città sostenibile”

di Redazione 173 views0

Il prossimo 17 marzo la città di Catania dimostrerà il proprio impegno nel campo dello sviluppo sostenibile con “Catania città sostenibile”, un’iniziativa che si terrà presso il Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele 121. Il progetto nasce su iniziativa dei club service cittadini che vogliono impegnarsi e sensibilizzare i cittadini sulle buone pratiche della differenziata.

Catania città sostenibile” dimostra anche l’importanza dell’impegno dell’Amministrazione insieme a quello dei cittadini, per rendere la città in cui si vive migliore, rispettando anche le risorse che utilizziamo ogni giorno, insomma, volendo bene all’ambiente.

Il forum “Da rifiuto a risorsa” è stato organizzato dai club services della città, quali Rotary, Lions, Soroptimist, Fidapa, Inner Wheel e Kiwanis, con il patrociniodel Comune di Catania e dell’Osservatorio Rifiuti, e con il sostegno dell’Oikosspa, ed ovviamente con l’indispensabile partecipazione dei cittadini catanesi. Il tema, come è chiaro, è sulla gestione integrata dei rifiuti, in Italia ancora un problema diffuso, poiché non c’è un’estesa educazione in tal senso.

Smaltimento dei rifiuti e differenziazione, chiunque voglia saperne di più, sa già che l’appuntamento è al Palazzo della Cultura di Catania il prossimo 17 marzo alle ore 9.00. A parlare saranno i rappresentanti dei suddetti club, quindi Antonio Pogliese, Giovanni Aloisio, Vincenzo Piccione (vicepresidente dell’Osservatorio dei rifiuti e coordinatore del Criea), Valeria Messina e Claudio Torrisi, l’assessore comunale all’ambiente.

Il Rotary Catania Sud inoltre interverrà con la presentazione del progetto “Catania Recupera Catania – E noi cominciamo da…” che sarà rivolto ai più piccoli, quindi alle scuole. L’iniziativa è degna di nota, perché dimostra che anche un Sud troppo spesso denigrato, può impegnarsi e darsi da fare, anche per quanto riguarda materie che purtroppo passano spesso in secondo piano. L’ambiente non è da sottovalutare e la raccolta differenziata in Italia è ancora un problema diffuso che necessita di un incremento dell’educazione dei cittadini e una buona conoscenza per quanto riguarda il comportamento da tenere in questa pratica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>