Una nuova Rainbow Warrior

di Blogger2 13 views0

La nave ammiraglia di Greepeace, la Rainbow Warrior II è arrivata ad Hong Kong nel suo tour asiatico d’addio, perché per la Rainbow Warrior II è arrivato il tempo di andare in pensione. Il tour d’addio della nave ammiraglia di Greenpeace segna 40 anni di azioni dell’associazione ambientalista.
Questa nave di Greenpeace è stata comprata 22 anni fa con il denaro delle donazioni ricevute da Greenpeace dopo che i servizi segreti francesi avevano cannoneggiato la Rainbow Warrior I in Nuova Zelanda nel 1985.
La Rainbow Warrior II verrà rimpiazzata alla fine di quest’anno da una nave moderna e costruita secondo criteri di ecosostenibilità e tutela dell’ambiente, la Rainbow Warrior III che è in costruzione in Polonia.

Possibili azioni
La Rainbow Warrior II ed il suo equipaggio sono stati accolti da calorosi festeggiamenti al loro arrivo nel porto di Hong Kong del distretto economico, ma la guardia costiera e la polizia li tiene costantemente sotto controllo per timore di possibili azioni ambientaliste principalmente contro l’inquinamento dell’aria, che gli ambientalisti potrebbero effettuare nei tre mesi di permanenza in città.

Inquinamento dell’aria
Uno dei problemi principali di Hong Kong, di cui ha parlato il capitano della nave ammiraglia di Greenpeace, il sudafricano Mike Finken, è rappresentato dall’inquinamento dell’aria.
Al nostro arrivo nel porto di Hong Kong ho notato che gli edifici della città sembrano avvolti in una specie di nebbia, e mi hanno detto che si tratta dell’aria inquinata”, ha detto alla corrispondente della BBC il capitano Mike Finken, ed ha aggiunto: “Hong kong è una delle città più popolose del mondo e dovrebbe davvero cominciare a pensare di diventare la città leader delle energie più ‘verdi’.

Azioni dimostrative
Il capitano Mike Finken non ha detto nulla su eventuali azioni dimostrative contro l’inquinamento dell’aria, a tutela dell’ambiente e per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dei cambiamenti climatici e su quella che Greenpeace definisce la sporca politica energetica di Hong Kong che usa sia l’energia nucleare che elettricità ricavata dal carbone. Sarà possibile visitare la Rainbow Warrior II nei suoi giorni di permanenza a Hong Kong.

Versando un contributo
Tutti possono contribuire alla costruzione della Rainbow Warrior III versando un contributo a Greenpeace. Visistate il sito dell’associazione ambientalista e versate anche voi il vostro contributo e diventate in parte proprietari della nuova nave ammiraglia di Greenpeace.

Per maggiori informazioni visitate il sito web di Greenpeace.

Fonti: BBCnews e Greenpeace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>