Scienziati e studenti scoprono i temi di energia e ambiente

di Blogger 73 views0

Ritorna “Scienziati e studenti“, la manifestazione di divulgazione scientifica organizzata dall’Ufficio Stampa del Consiglio nazionale delle ricerche e da Energheia Italia, in collaborazione con il Festival della Scienza di Genova. Dedicata al tema Energia e ambiente, la V° edizione prosegue fino al 20 maggio toccando le città di Palermo (25 febbraio), Firenze (18 marzo e 1 aprile), dove è ospitata nelle sedi territoriali del Cnr, e Trento (20 maggio) presso il Museo tridentino di scienze naturali. Immutato il format, che propone la scienza ai giovani in maniera interessante e interattiva.

Scienziati e Studenti
Per stimolare la partecipazione degli studenti, ciascuna classe è infatti chiamata a dare il suo contributo ideando e realizzando una clip video che sintetizzi le ricerche e i risultati principali su uno degli argomenti proposti. I ricercatori dal canto loro illustrano i loro studi con un linguaggio accessibile, facendo ricorso anche a immagini e filmati, per stuzzicare la curiosità dei ragazzi e spingerli all’approfondimento. Ampia la gamma dei temi trattati dagli esperti del Cnr.

Energia e global warming
Di produzione di energia e global worming parla Antonello Pasini dell’Istituto per l’inquinamento atomosferico (Iia), mentre elettricità, caldo e freddo dal sole è l’argomento dell’intervento di Mario Pagliaro dell’Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati (Ismn). E non solo. I rischi e i vantaggi del ritorno al nucleare sono spiegati dal fisico Valerio Rossi Albertini dell’Istituto di struttura della materia (Ism) e dei recenti disastrosi eventi atmosferici, interpretati alla luce degli studi sul clima, parla Claudio Rafanelli dell’Istituto di acustica e sensoristica ‘Orso Maria Corbino’ (Idasc). Silvia Baronti, dell’Istituto di biometeorologia (Ibimet) affronta inoltre l’attuale tematica dell’agricoltura Biologica e dei benefici che apporta alla salute e alla terra.

Il concorso
Ma ‘Scienziati e studenti‘ è anche uno degli appuntamenti del Festival della Scienza di Genova, che premia le tre classi autrici dei video migliori, ospitando i vincitori per due giorni nel capoluogo ligure, permettendo loro di visitare il Festival e l’Acquario. Ai giovani filmaker è inoltre riservato uno spazio in cui proiettare i lavori di fronte al vasto pubblico della kermesse genovese.
Da quest’anno, inoltre, anche Energheia Italia, società operativa nel comparto dell’energia da fonti rinnovabili, specializzata nel fotovoltaico, assegna un premio, donando alla classe che ha realizzato il miglior video sul risparmio energetico un manufatto alimentato a energia solare.

Educare alla ricerca
Fare il ricercatore è bello, interessante e stimolante. Iniziative come ‘Scienziati e studenti’ sono dunque importanti perché -commenta il presidente del Cnr, Luciano Maiani- permettono di svecchiare l’immagine stereotipata del ricercatore, curvo su libri e macchinari, per restituire ai giovani la realtà di una professione che unisce il rigore alla fantasia, la curiosità al coraggio e alle capacità manageriali“. “Avvicinare gli studenti ai segreti della scienza -conclude Maiani- puo’ rappresentare la strategica semina di fruttuose future generazioni di nuovi ricercatori. Di cui il nostro Paese ha fortemente bisogno“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>