Conoscere il comportamento del gatto – Parte quarta

di Blogger2 1

https://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2010/11/conoscereilcomportamentodelgatto3.jpgMolte persone pensano che se danno molto da mangiare al loro gatto, questo lascerà in pace uccellini e piccoli animali selvatici, ma ciò non è affatto vero. Il motivo che spinge i gatti a cacciare non ha nulla a che vedere con la fame, è invece legato principalmente all’istinto di sopravvivenza.
I gatti selvatici sono cacciatori solitari e se dovessero attendere lo stimolo della fame per andare a caccia in cerca della preda rischierebbero di saltare il pasto e il deperimento fisico, perché in quel momento le prede costituite da piccoli animali selvatici potrebbero non essere disponibili.
I gatti sono sempre pronti alla caccia e quando se ne presenta l’occasione per una giusta combinazione di movimenti e suoni che scatena l’istinto naturale qualsiasi gatto, anche il felino meglio nutrito e coccolato non resiste al desiderio di scagliarsi sulla preda.

La caccia e il gioco
Il gioco è un modo che ha il gatto per apprendere e migliorare le tecniche di caccia. I piccoli bersagli che si muovono rapidamente, simulando i movimenti e il comportamento dei piccoli animali selvatici, gli permettono di esercitare la vista e le tecniche di appostamento e di presa della preda. Il gatto ha bisogno di poter afferrare e finire la preda quindi i giocattoli utilizzati devono essere adatti allo scopo, non devono frammentarsi o rompersi sotto gli artigli del gatto e dovrebbero combinare suono e movimento simulando la preda in questione per evocare l’istinto alla caccia. Le palline di carta d’alluminio che catturano la luce ed emettono un rumore frusciante quando rotolano sono un gioco ideale per il gatto, altrettanto gradite sono le palline di carta e nastro adesivo e i giocattoli sospesi che si muovono simulando un uccellino in volo.

Stimolare il gioco del vostro gatto
In natura i gatti dedicano al gioco e alla caccia fino a sei ore al giorno e altrettanto dovrebbe accadere al gatto domestico. E’ meglio quindi dedicare parte del vostro tempo a stimolare il gioco del vostro gatto, divertendovi con lui nel fare agguati e nel tentativo di catturare una preda. La mancanza di prede immaginarie da cacciare può portare il gatto a rivolgere il proprio istinto venatorio a qualsiasi oggetto in movimento, preferendo in particolare mani, piedi e caviglie degli umani che condividono il suo territorio. Sarà opportuno quindi verificare la presenza di stimoli sufficienti adatti all’animale per evitare di trovarlo avvinghiato ad un vostro piede o ad una caviglia. Se nella casa sono presenti i giusti simulatori di prede selvatiche presenti in natura e il felino insiste ad acchiappare le vostre gambe o mani o piedi, è meglio parlare con un veterinario.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>